Input your search keywords and press Enter.

Mitsubishi, migliori risultati ambientali

La Mitsubishi Electric Group ha ridotto le emissioni totali di anidride carbonica generate dall’utilizzo dei prodotti e dalle operazioni di produzione. I risultati emergono nel report di sostenibilità 2016 diffuso recentemente dall’azienda giapponese. Gli investimenti nelle iniziative ambientali hanno raggiunto i 5,1 miliardi di yen (circa 45 milioni di dollari statunitensi). Sono analizzate le operazioni delle 112 aziende affiliate in Giappone e 79 in tutto il mondo concentrandosi sull’impegno per ridurre le emissioni dei gas serra, espandere il riciclo nella società, aumentare la sensibilizzazione e potenziare la gestione ambientale. Inoltre, sono esaminati gli impegni per raggiungere gli obiettivi ed implementare le politiche stabilite secondo il piano ambientale triennale. Il programma, lanciato nel mese di aprile 2015, è allineato ad una visione a lungo termine che culminerà nel 2021 in occasione del centenario dalla nascita del gruppo.

Una sede della Mitsubishi Electric

Una delle sedi della Mitsubishi Electric

In particolare, la riduzione delle emissioni totali annue di gas serra è stata di 1,28 milioni di tonnellate (120 mila in meno rispetto all’obiettivo di 1,4 milioni di tonnellate) mentre quelle di altro tipo sono scese a 240 mila tonnellate attraverso la riduzione l’uso di idrofluorocarburi negli stabilimenti all’estero ed il recupero di esafluoruro di zolfo. Le perdite di energia si sono ridotte di 13 mila tonnellate sostituendo climatizzatori, generatori di energia ed impianti di illuminazione nelle strutture e di ulteriori 11 mila tonnellate grazie all’installazione ed utilizzo di sistemi di controllo e monitoraggio dell’energia. Le emissioni di anidride carbonica generate da 107 eco-prodotti sono diminuite in media del 34% rispetto all’anno fiscale 2001.

Il tasso di smaltimento finale dei rifiuti è aumentato grazie all’ottimizzazione della raccolta differenziata, alla nuova selezione di aziende partner di riciclo e strategie logistiche più efficienti. Le affiliate al di fuori del Giappone hanno conseguito un tasso dello 0,67%, ben al di sotto dell’obiettivo fissato allo 0,8%. Inoltre, l’utilizzo di risorse è stato ridotto al 39% del livello dell’anno 2001 grazie alla fabbricazione di prodotti più leggeri e compatti.

La sensibilizzazione ambientale in ambito naturalistico ha coinvolto 4.700 partecipanti. I programmi di e-learning per la gestione ambientale sono stati estesi a 98 filiali nel mondo. È stato valutato, infine, l’impatto ambientale di 90 strutture Mitsubishi electric attive in tutto il mondo utilizzando un nuovo indicatore che ingloba i fattori dell’inquinamento dell’aria e dell’acqua, dispersione di sostanze chimiche, emissioni di gas serra e smaltimento dei rifiuti. Le attività delle strutture che hanno ottenuto un punteggio più elevato sono state condivise tra gli impianti in tutto il mondo al fine di potenziare la gestione ambientale a livello globale.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *