Input your search keywords and press Enter.

Misurare la sostenibilità

In un mercato globale in evidente crisi, aziende che assumono giovani (320 collaboratori totali, età media 33 anni) e che investono in ricerca (il 4% di un fatturato 2009 da 50milioni di euro) spiccano su altre che delocalizzano e sviliscono le potenzialità del territorio che le ha ospitate.

 

La sede della Loccioni. L'azienda parteciperà al progetto "PACE" curato dall'università di Berkekey (California)

È invece proprio grazie a questo territorio, e a partire da questo, che la marchigiana Loccioni prende e dà la sua linfa. Tanto da finire nel libro dell’ex direttore dell’Economist, Bill Emmott, tra le eccellenze del Belpaese, personalmente visitata nel suo giro in lungo e in largo per lo Stivale (Forza Italia, Rizzoli). La Loccioni ha abituato la stampa a far parlare di sé. Notizie di rilievo, una in fila all’altra. Dal primo sistema al mondo per il dosaggio di farmaci chemioterapici a sistemi per la verifica automatizzata della qualità delle lavatrici, a progetti di robotica e di efficienza energetica come la Leaf House,  condominio di 6 piani energeticamente autosufficiente, ideato all’interno della Leaf Community, prima comunità ecosostenibile in Italia che vive appunto in edifici ad emissioni zero, dal giugno 2008 proprio ad Angeli di Rosora, dove la Loccioni ha sede. Fin dagli esordi, il gruppo di Enrico Loccioni s’è ispirato dai valori d’impresa alla Adriano Olivetti (con quella partecipazione dei lavoratori e quella libertà creativa che gli sono valsi il premio Imprenditore Olivettiano 2008) e da subito ha puntato sul Green. Il verde del suo logo, della sua sede, della sua filosofia imprenditoriale.

 

la leaf House, prima casa a emissioni zero inaugurata il 2008 ad Angeli di Rosora (An)

Così sino a fine ottobre (e si spera per altri decenni ancora). Quando ha potuto inaugurare presso Palazzo Raffaello, sede della Regione Marche, il Leaf Meter, nuovo “navigatore del vivere quotidiano” come già lo chiamano i suoi ideatori, ben sapendo che la rilevazione dei dati di risparmio e di efficienza di un edificio sono una fondamentale bussola per valutare i comportamenti passati e dirigere quelli di domani in vista del raggiungimento degli obiettivi di Europa 2020: un 20% da toccare nella produzione di rinnovabili, ma anche proprio quel 20% di risparmio e quel 20% d’efficienza energetica che il Leaf Meter aiuterà a misurare.

 

il leaf Meter misura la sostenibilità energetica di un edificio

 

Il leaf Meter fa parte di una mostra sulla creatività italiana che la Farnesina sta portando in tutto il Mondo

Grazie al Leaf Meter, oggetto di studio da parte della IEA (International Energy Agency), le Marche e Loccioni hanno inoltre vinto la sfida dell’eccellenza legata al design e se n’è accorta la Collezione Farnesina Design del Ministero degli Affari Esteri che lo sta portando in giro nel Mondo, tra Olimpiadi Invernali in Canada e Mondiali di Calcio in Africa. Mentre bussa ora alle porte una nuova sfida, tra le tante sempre in cantiere. Il progetto PACE (Property Assessed Clean Energy) Berkeley dell’Università californiana di, a cui sono chiamati a collaborare sul tema dell’efficienza e dell’accesso alle rinnovabili Loccioni, Università Politecnica di Ancona e Regione Marche. Per ora, prima Regione in Europa di questo progetto partito nel 2008 e che già coinvolge 23 Stati USA.

 

 

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *