Input your search keywords and press Enter.

Ministro Ambiente: stanziati 10mln per abbattere case abusive

Il ministro dell’Ambiente Andrea Orlando annuncia un disegno di legge per finanziare con 10milioni di euro la demolizione di costruzioni abusive in zone a rischio idrogeologico. La proposta gode di un largo consenso – è stata accolta con favore anche dal Fai (il Fondo ambiente italiano) e dal Wwf – e si pensa di riuscire ad approvarla in tempi rapidi ma se si dovessero profilare ostacoli il ministro è pronto a inserire il provvedimento in un decreto legge.

Orlando spiega che non c’è altro tempo da perdere visti i danni che di recente ha causato l’alluvione che ha sepolto il sito archeologico di Sibari sotto un mare di fango, proprio per colpa di un intervento abusivo sul territorio.

I 10milioni di euro rappresentano un fondo cui i Comuni possono attingere in anticipo le spese da sostenere per gli abbattimenti. Poi si rifaranno sui responsabili e i soldi incassati tornano ad alimentare il fondo. In questo modo diventerà possibile aumentare la quota di provvedimenti eseguiti, al momento ridicola: tra il 2000 e il 2011 in settantadue Comuni capoluogo di provincia, su 46.760 ordinanze emesse, solo 4.956 sono diventate operative: in parte per mancanza di fondi, in parte per mancanza di volontà politica.

Gli abbattimenti sono solo un primo passo, per il ministro, che si deve saldare con il disegno di legge sul consumo del suolo. L’obiettivo è spezzare il legame tra oneri di urbanizzazione e spesa corrente degli enti locali: la dipendenza delle casse comunali dalla quantità di licenza edilizie rilasciate è stata una droga che ha finito per alterare le regole del gioco e permettere un saccheggio del territorio che viaggia al ritmo di 75 ettari al giorno.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *