Input your search keywords and press Enter.

Milano, parte la raccolta della frazione umida

In distribuzione anche i cassonetti condominiali da 120 litri

Dopo vetro, carta, plastica e metallo, tra poco comincia a Milano anche la raccolta differenziata della parte umida. La raccolta porta a porta partirà il 26 novembre, ma l’operazione ha avuto inizio già dai primi di settembre con la distribuzione dei cassonetti e dei kit in tutta la zona sud –est della città. Consegnati alle famiglie i pieghevoli con le istruzioni per una raccolta corretta, una fornitura gratuita di sacchetti compostabili realizzati in Mater-Bi -grazie ad un accordo del Comune di Milano con la società Novamont – e un cestello da 10 litri. Questo contenitore da tenere in casa ha una struttura areata che consente di ridurre al minimo i cattivi odori e la formazione di liquidi. Distribuiti anche i nuovi cassonetti condominiali marroni da 120 litri. «La partenza definitiva della raccolta differenziata dell’umido è un passo significativo a sostegno delle politiche che questa Amministrazione ha messo in atto per salvaguardare l’ambiente- ha dichiarato l’assessore alla Mobilità, Ambiente, Arredo Urbano e Verde, Pierfrancesco Maran– Insieme possiamo rendere Milano una città pulita e sostenibile e con il contributo di tutti i cittadini milanesi sono certo che raggiungeremo risultati importanti». Gli scarti organici dovranno essere raccolti in un sacchetto compostabile da riporre nel cestello aerato e da depositare poi nel cassonetto condominiale.

I cassonetti e i kit per la raccolta dell'umido sono in distribuzione già da settembre

Tutti i cittadini coinvolti saranno obbligati a eseguire questo nuovo tipo di raccolta differenziata e questo sarà un contributo importante per aumentare la qualità e la quantità dei rifiuti riciclabili. Questa iniziativa del Comune di Milano è in linea con la normativa nazionale in materia e con le linee di indirizzo della Regione Lombardia, che prevedono il raggiungimento di una percentuale minima del 65% di raccolta differenziata dei rifiuti.  Paola Petrone, direttore generale Amsa precisa: «Con questo nuovo servizio stimiamo di recuperare 41 kg per abitante di rifiuto organico, attualmente presente nello scarto indifferenziato, che può diventare così come gli altri rifiuti recuperabili, una preziosa risorsa. La frazione umida può essere trasformata in fertilizzante per le coltivazioni e utilizzata per produrre energia mediante generazione di biogas».

Entro il 2014 la raccolta differenziata dell'umido coprirà tutta Milano (nella foto, un cestello per la raccolta domestica)

Il servizio clienti Amsa per l’occasione è stato ampliato con nuovi operatori telefonici; molte informazioni comunque sono reperibili sul sito web www.amsa.it ma anche scaricando l’applicazione PULIamo adatta a smartphone e tablet che contiene tutte le attività Amsa e dove si trova anche una guida pratica per la raccolta differenziata, dovelobutto, con una sezione speciale per l’umido. L’abbiamo provata ed è veramente facile e intuitiva.

La raccolta dell’umido a Milano procederà gradualmente, zona per zona; nel 2013 verranno coperti altri due quarti della città e il resto entro il 2014. Buona raccolta agli amici milanesi.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *