Milano, parte Design Week 2021 dal 5 al 12 settembre 2021

Installazione "Gaia" di Luke Jerram, BASE Milano

BASE presenta “We Will Design”: dal micromondo di una stanza-atelier, si amplia alla dimensione collettiva del quartiere fino a spalancare uno sguardo sul nostro ecosistema Terra, per co-progettare un futuro più sostenibile attraverso il design

 

Partire dal presente per costruire un nuovo futuro attraverso il design: è questo il tema attorno al quale si sviluppa la Design Week 2021 di BASE Milano che, dal 5 al 12 settembre 2021, coinvolgerà designer da tutto il mondo, università, aziende e brand emergenti, istituzioni internazionali.

Temporary Home – Bounding Spaces – Ph Anna Dienemann

Sperimentazione e voglia di mettersi in gioco per cercare soluzioni innovative in risposta all’attuale e inevitabile fase di ripensamento globale saranno al centro delle progettualità presentate, che esploreranno scale e ambiti diversi – dal micromondo di una stanza-atelier alla dimensione collettiva del quartiere – abbracciando un concetto di design antropologico, capace di immaginare nuove prospettive di co-abitazione costruzione comune incentrate su principi di sostenibilità.

Oggi più che mai il design diventa una lente per guardare alla nostra società, uno strumento fondamentale per ri-progettare relazioni e co-abitazioni del futuro. Nasce da qui il concept dell’edizione italiana di RESTART, il progetto di ACNE (il creative collective della famiglia Deloitte) in collaborazione con BASE, pensato per aiutare gli small business a rimettersi in gioco dopo la pandemia, grazie all’incontro con il mondo dell’arte.

Dal quartiere all’ex Ansaldo, sui diversi piani di BASE troveranno spazio visioni del futuro e sperimentazioni di giovani designer, università, brand emergenti, insieme a momenti di dibattito e riflessione con esperti per esplorare nuovi modi di vivere il domani attraverso il design.

Temporary Home – Terrazza – photo by Cartacarbone

Per tutto il periodo della Design Week, con il progetto Temporary Home casaBASE si trasforma in una vera e propria ‘casa dei creativi’, dove BASE e IKEA Italia dialogano con 5 designer italiani e internazionali in una residenza sui generis in cui lo spazio diventa casa, laboratorio e ambiente espositivo. Qui, i designer andranno a interpretare le nuove sfide che la nostra società sta affrontando, condividendo ricerche, tendenze e progetti di design con il pubblico del Fuorisalone.

Durante tutta la settimana le stanze-atelier saranno visitabili dal pubblico che potrà osservare i processi di lavoro e incontrare la comunità residente. Inoltre, venerdì 10 settembre appuntamento con i designer per un evento, all’interno del public program, di condivisione e dibattito sulle tematiche approfondite e gli scenari futuri.

Exhibit – studio.traccia – Tabula[non]rasa – photo by Cartacarbone
In occasione di “We Will Design” e del progetto Temporary Home, IKEA Italia ripensa la terrazza di BASEuno spazio verde di decompressione e condivisione, prolungamento di casaBASE e nuova piazzetta urbana che aprirà le porte al pubblico tutti i giorni della Design Week a partire dalle ore 18.00

Il primo piano di BASE diventa ancora una volta piattaforma di esposizione, luogo che accoglie ricerca e sperimentazione, attraverso una progettualità che va al di là della settimana della Design Week ma soprattutto con discipline che vanno oltre il design.

Per tutta la durata della Design Week non mancheranno inoltre occasioni di discussione e approfondimento dei temi presentati nei vari progetti esposti: ogni giorno, all’ombra di GAIA, l’installazione dedicata al pianeta Terra dell’artista Luke Jerram inaugurata al festival Farout, si terranno gli appuntamenti del public program di “We Will Design”.

Exhibit – Matteo Guarnaccia – CCC (Cross Cultural Chairs)

Dalla collaborazione tra BASE e POLI.design nasce ‘Progettare la prossimità’: due dibattiti al giorno, fruibili sia in presenza che online, vedranno esperti del settore, accompagnati in dialogo dai docenti del Dipartimento e della Scuola di Design del Politecnico di Milano, per indagare punti di vista diversi su altrettante tematiche correlate alla città di prossimità, dai Servizi per il quartiere allo Spazio pubblico in trasformazione, alle piattaforme ed economie della prossimità.

Inoltre, il public program si espande con le sinergie e collaborazioni di BASE, attraverso approfondimenti con alcuni designer di Temporary Home ed Exhibit, un’edizione speciale di Wunderkit con Marti Guixè e una giornata insieme al Festival Divercity per ripensare al design come catalizzatore di decolonizzazione dello spazio pubblico.

Ogni sera, a partire dalle ore 20.00, la rassegna musicale BASE Music Design Week a cura di PØGO Production animerà il cortile dell’ex Ansaldo con dj set, live music e performance di 19 artisti e artiste provenienti dal mondo underground milanese.

Articoli correlati