Milano, droni in volo per termografie

Oggi, 31 ottobre, parte Habitami, la campagna pubblica di riqualificazione energetica dei condomini di Milano. Un drone volerà sulla città per individuare le dispersioni termiche che sono alla base dell’inefficienza di un edificio e che comportano un costo rilevante nelle bollette energetiche di ogni cittadino.

La termografia effettuata con l’ausilio dei droni fornisce un’analisi scientifica non distruttiva che si basa sull’acquisizione di immagini nell’infrarosso. La termocamera rileva le radiazioni nel campo dell’infrarosso dello spettro elettromagnetico e compie misure correlate con l’emissione di queste radiazioni.

La termografia rileva la variazione di temperatura sulle superfici dell’edificio. Dunque, si rilevano irregolarità termiche che possono essere dovute a: dispersioni termiche – infiltrazione nel tetto piano – perdite o infiltrazioni di aria – umidità di infiltrazione – umidità di risalita capillare – perdita acqua o perdite negli impianti tradizionali e riscaldamento a pavimento – muffa e condensa a seguito di un inefficace isolamento termico.

Inoltre si possono rilevare: distacco di intonaco – imperfezioni di montaggio o carenze nel cappotto termico e isolamento – individuazione dei ponti termici – anomalie e malfunzionamenti negli impianti fotovoltaici e parchi fotovoltaici, controllo e manutenzione degli impianti HVAC.

Il servizio di diagnosi energetica Habitami potrà essere effettuato gratuitamente, su richiesta dei cittadini.

Habitami è promossa da: Comune di Milano (assessorato Ambiente), Regione Lombardia (assessorato Ambiente Energia, Sviluppo Sostenibile), Cened, Curit, Arpa Lombardia, Sacert, Assimpredil Ance, CasaClima, Legambiente, Wwf Lombardia, Confabitare Milano

Articoli correlati