Michael Joseph, artista urbano

Luminosity

«The image does not emerge mechanically from the camera, it happens stylistically from the mind of the artist», “L’immagine non emerge meccanicamente dalla fotocamera, è creata stilisticamente dalla mente dell’artista”.
Basterebbe questa semplice frase – detta dal fotografo americano Michael Joseph – per capire l’essenza della sua opera: è la mente dell’artista a creare l’immagine che poi viene immortalata nella macchina fotografica, la mente è in grado di percepire l’angolazione, la prospettiva, la suggestione, e fissarle in un’istantanea.

Fotografo urbano – La carriera trentennale di Joseph – nato nel Massachusetts nel 1962 – ha in realtà radici ben più profonde che scivolano fin nella sua infanzia, quando, bambino, vedeva incuriosito e ammirato le foto di suo padre. La formazione autodidatta lo porta a viaggiare tanto, visita infatti tutti gli Stati degli USA (da New York a Philadelphia, da Miami a Las Vegas) e altre grandi città europee e nel mondo, sempre, rigorosamente, impugnando la sua privilegiata compagna di viaggio.

Con lo stile in bianco e nero che dà quel tocco vintage e velatamente nostalgico, i soggetti preferiti dell’americano sono le costruzioni urbane architettoniche. La sua maestria sta nel trovare la giusta inquadratura che dia alla struttura quell’elemento che la rende non solo un edificio, ma una piccola storia da raccontare; sono ritratti spesse volte ripresi dal basso, che descrivono l’imponenza della Tour Eiffel piuttosto che delle ormai compiante Torri Gemelle, con giochi di specchi e luci ed ombre, perfettamente vivide anche nelle immagini black&white.

Giusto merito alla sua esperienza i vari premi di cui è stato insignito, cui si aggiungono mostre in gallerie d’arte e musei, e le sue opere sono anche materia di studio in svariate conferenze e seminari. Anche mediaticamente Michael Joseph ha riscosso un notevole successo, poiché – ricorda lo stesso artista – alcune sue immagini sono presenti in aziende, punti vendita e addirittura pellicole cinematografiche.

Michael Joseph

Il “cielo stellato” della Nuova Zelanda Contrariamente alla sua consueta attività, ha fatto notizia una gallery di immagini proveniente dalla Nuova Zelanda, un capolavoro naturale che lascia letteralmente a bocca aperta per la sua magnificenza: si tratta di un cielo stellato… in una grotta; una grotta calcarea di 30milioni di anni abitata dall’Arachnocampa luminosa, un verme specifico di questa zona che vive allo stadio larvale e che è in grado di emettere bioluminiscenze con lo scopo di attirare le prede nel proprio nido.

Una volta conosciuta la derivazione di tale effetto magari qualcuno un po’ più schizzinoso potrebbe storcere il naso per il disgusto, ma gli scatti di Joseph – e forse anche grazie a lui – permettono di vivere un’emozione ed una suggestione che solo altri pochi luoghi naturali nel mondo possono suscitare.
Un’occhiata anche alle meravigliose grotte oceaniche.
Invitiamo i nostri lettori a visitare la gallery completa delle foto urbane direttamente dal sito di Michael Joseph. Buon spettacolo.

PHOTOGALLERY

[nggallery id=”438″]

Articoli correlati