Input your search keywords and press Enter.

Meno 100 chili

L'autore Roberto Cavallo

Non abbiamo mai provato a prenderla di una taglia in meno, ma avremmo dovuto. E ora possiamo. Questo ci insegna nel suo volume, di recente uscita per Edizioni Ambiente, Roberto Cavallo, fondatore dell’azienda Erica che si occupa di comunicazione ambientale per le pubbliche amministrazioni e un tempo anche assessore all’Ambiente del Comune di Alba. Dal compost agli ecopannolini, dai detersivi alla spina all’acqua del rubinetto, le nostre abitudini quotidiani potrebbero facilmente ridurra l’ingordigia della nostra pattumiera.

Così questo libro, che cita anche “Le Città Invisibili” di Calvino e che Cavallo dedica al nonno Remigio, che certo non avrebbe capito la Direttiva Comunitaria 98/2008 su riciclo-riuso-recupero (perchè lui, per buon senso e non per imposizione di legge, riusava tutto e non si vedevano sacchetti di spazzatura in casa sua), è diventato anche uno spettacolo teatrale – di cui egli stesso è appunto autore e protagonista – dedicato alle buone pratiche di un consumo consapevole che pesa meno in pattumiera e dunque sull’ambiente tutto. Un monologo tra bagno, cucina, stanza dei bambini e giardino, ispirato dai lavori di Marco Paolini e redatto insieme al metereologo Luca Mercalli.

Secondo i dati Eurostat, in Italia, la produzione di rifiuti pro-capite è passata dai 454 chilogrammi del 1995 ai 550 kg del 2007. Altro che dieta mediterranea, quasi 100 chili a testa abbiamo preso! Compriamo tante cose che poi buttiamo e i rifiuti urbani sono solo la punta dell’iceberg. In Italia, spiega sempre Cavallo, produciamo circa 135milioni di scarti industriali, 2.250 chili a testa (che pure è la metà della media europea).

Pattumiere immortali, metempsicosi della materia, dovremmo sapere che in realtà solo il 10% dei nostri rifiuti oggi non è riciclabile. Ma poi la sappiamo istradare correttamente una pirofila? Sappiamo che non va nel vetro? L’autore ci spiega la giusta direzione dei nostri scarti, nonché l’impatto ambientale del ciclo dei rifiuti tra gas climalteranti ed emissioni di CO2. Come quasi un milione e mezzo di tonnellate di anidride carbonica che consumiamo per produrre e trasportare bottiglie in plastica che contengano acqua da bere, quando più semplicemente potremmo bere acqua dal rubinetto di casa nostra.

La campagna “-100kg” dell’Acr+ di Bruxelles, associazione città e regioni per il riciclo e l’uso sostenibile delle risorse, serve appunto a questo. A capire la situazione esistente, darsi delle priorità e mettere in campo progressi. La Lombardia è stata la prima in Italia a darsi un piano del genere: prodotti liquidi alla spina, poco imballaggio, recupero di cibo per mense sociali, acqua dal rubinetto, riduzione di carta negli uffici e in cassetta postale, filiera corta, compostaggio domestico, pannolini riutilizzabili e compostaggio domestico. Le parole di buon senso di questa operazione le conosciamo e non sono piani di difficile attuazione. E per aiutarci, durante il count-down passo passo dei meno 110 kg, il libro racconta consigli utili e alcuni ricette fai-da-te. Per concludere con un “grazie a nome delle generazioni future!”.

Roberto Cavallo, Meno cento chili, Edizioni Ambiente, pp. 222, euro 14

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *