Input your search keywords and press Enter.

  Matera 2019, la città si prepara

Si terrà il venerdì 22 aprile a partire dalle 16,30 a Palazzo Lanfranchi (nella foto) l’incontro Matera Innova , promosso dall’assessorato alla Pianificazione strategica e Innovazione della città dei Sassi. Numerose voci si confronteranno su imprese innovative e infrastrutture materiali e immateriali,  a sostegno di un contesto urbano favorevole per lo sviluppo di imprese innovative nel settore digitale dell’e business  dell’imprenditorialità e dello sviluppo civico del territorio. Tra gli interventi, quelli di Gianpiero Maruggi di Sviluppo Basilicata, Gianluca De Novi dell’Università di Harvard, Nicola Barbuti dell’Università di Bari, Vito Albino del Politecnico di Bari, Germano Paini, dell’Università degli Studi di Torino.

Tema centrale, che rientra nell’ambito dell’attività delle Officine dello Sviluppo locale verso il Piano strategico,  sarà quello di raccogliere azioni e proposte strategiche di intervento per lo sviluppo strategico di Matera, guardando al tempo stesso allo start up “made in Matera” e alla crescita innovativa delle imprese esistenti.

Proprio sullo sviluppo delle infrastruttura la macchina organizzativa di Matera 2019 gioca le sue carte migliori, in modo da accogliere il pubblico dei visitatori per il 2019,  quando la città sarà la capitale europea della cultura. Va in questa direzione la recente firma del protocollo d’intesa  con le Ferrovie Appulo lucane.

Grazie a questo accordo si potrà realizzare il terminal intermodale nell’area delle Fal di Serra Rifusa, a conferma del progetto inserito nel Piano triennale delle Opere pubbliche recentemente presentato. Gli interventi prevedono l’utilizzo di risorse  per un valore complessivo 4,8 milioni di cui 3,7 mln da fondi Fsc della Regione e la restante parte a carico delle Fal.

– L’attuale servizio delle Fal che copre in parte il perimetro della città di Matera, verrà potenziato per venire incontro alle esigenze legate all’attivazione del centro intermodale

– L’attuale servizio delle Fal che copre in parte il perimetro della città di Matera, verrà potenziato per venire incontro alle esigenze legate all’attivazione del centro intermodale

«L’intervento strutturale  ci consente di riorganizzare la mobilità urbana, alleggerendo il centro cittadino dalla sosta degli autobus extraurbani, da sempre elemento di emergenza quotidiana», spiega l’assessore alle Opere Pubbliche Antonella Prete, che continua: «Nell’area dell’attuale deposito Fal di  Serra Rifusa è prevista la realizzazione di un parcheggio per bus turistici e auto oltre ad un punto di ristoro e prima accoglienza. Verranno così facilitate le operazioni di scarico e, grazie al servizio di metropolitana leggera, i visitatori potranno raggiungere il centro storico. L’attuale servizio delle Fal che copre in parte il perimetro della città, verrà potenziato  per venire incontro alle esigenze legate all’attivazione del centro intermodale».

Nella convenzione attuativa che verrà sottoscritta  è prevista la definizione di un biglietto unico comprensivo sia della corsa metropolitana che del parcheggio auto. Matera 2019 è sempre più vicina.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *