Home Eco weekend Per masserie e borghi nell’ecoweekend

Per masserie e borghi nell’ecoweekend

500
0
SHARE
masserie

Ultimo weekend di settembre, previsioni meteo non entusiasmanti ma tanta voglia di continuare a vivere e respirare verde, spaziando tra le masserie e borghi pugliesi.

Sui Monti Dauni tra natura e sapori delle masserie

Cominciamo con gli eventi organizzati sui Monti Dauni dal Centro Studi Naturalistici Onlus nell’ambito del programma InPuglia365. Sabato 30 settembre c’è la possibilità, per grandi e piccini, di utilizzare gratuitamente le strutture del Parco Avventura di Biccari, con un momento di ristoro finale per i partecipanti. Nel pomeriggio, dalle ore 17,00, l’appuntamento è “Cheese”; presso il caseificio Molino a Vento di Biccari, Federica Ioanna spiegherà come si fanno i formaggi di qualità. Saranno inoltre illustrati i segreti della pastorizia brada con razze particolari e rare, e si potranno gustare i prodotti di questa terra.

masserie
Il regio tratturo di Motta Montecorvino

Domenica 1°ottobre ci si sposta nel romantico borgo di Motta Montecorvino per passeggiare in mountain bikers nel circuito presso la roverella secolare al centro del paese,laddove passa il Tratturo Regio Lucera-Castel di Sangro. Si percorreranno alcuni chilometri lungo il tratturo per poi raggiungere la vetta di Monte Sambuco, tappa per un piacevole momento di ristoro. Si tratta di iniziative che rientrano nelle attività di Apulian Higland Sloways, sulle vie lente della Puglia più alta, alla scoperta dello stupendo territorio dei Monti Dauni, tra natura e masserie. Informazioni: info@centrostudinatura.it

A passeggio in un passaturo nel bosco

Ancora all’insegna dei sapori nella natura, domenica 1°ottobre un’altra bella esperienza in una delle masserie della campagna fra Mottola e Noci. Si può partecipare a un laboratorio di alcuni prodotti caseari, quindi visitare l’allevamento di bovini, cavalli murgesi e un esemplare di asino martinese. Inoltre, si potrà avere informazioni su alcuni grani antichi, tra cui il “Senatore Cappelli”, coltivati nella stessa azienda. Dopo la degustazione di piatti della tradizione culinaria con prodotti a km 0 della masseria, si prosegue nel primo pomeriggio con un cammino in un passaturo (tratturo) bellissimo e incontaminato che attraversa un bosco. Info: www.passaturi.it

“La Domenica nel borgo” di Otranto

masserie
Il bastione dei Pelasgi a Otranto

Infine, da tenere in conto l’appuntamento che si tiene ogni prima domenica del mese di ottobre. Si chiama “La Domenica nel borgo”, è un evento dei Borghi più belli d’Italia che prevede un format di base che i Comuni possono via via arricchire con altre iniziative. Il format consiste nel tenere aperto il borgo e le sue attrazioni per tutto il giorno (palazzi, castelli, chiese, musei, cantine storiche, aziende, ecc) e nell’accogliere i visitatori organizzando per loro un programma di visite guidate a cura dei ragazzi delle scuole che diventeranno “Ciceroni per un giorno”. Saranno infatti i ragazzi ad accompagnare i visitatori alla scoperta delle bellezze del borgo, indossando le magliette e i cappellini personalizzati.

Un’occhiata dunque alla Città di Otranto, che aderisce all’iniziativa. Percorsi naturalistici, visite guidate, musica, mercatino, spazio dedicato ai più piccoli. Si comincia con un percorso di trekking nella Valle dell’Idro, a cura dell’associazione Salento Faber. Chi preferisce può visitare gratuitamente il Castello Aragonese, oppure curiosare nel mercatino dell’antiquariato e fermarsi ad ammirare l’esibizione della Festa degli Aquiloni, a cura del Gruppo aquilonisti salentini “Rosa dei 20”. I “Ciceroni per un giorno” saranno a disposizione per visitare Castello Aragonese, Cattedrale, Chiesa bizantina di San Pietro e borgo antico. Nel pomeriggio esibizione dell’Orchestra del liceo Scientifico “Leonardo da Vinci” di Maglie. Ancora durante il pomeriggio, il concerto lirico dei “Sound Salent Quintet”. Serata con la musica di “Salvatore Russo Gipsy Jazz Trio”.

Arrivano i fiori d’autunno

Un’escursione interessante, domenica 1 ottobre e che si ripeterà l’8 e i sabati 14 e 21 ottobre, è quella organizzata dall’associazione culturale “Magna Graecia“. “I torrenti Baronale e la Badessa – Le fioriture autunnali e l’arrivo dell’avifauna svernante”, questo il tema del percorso misto, cioè sia su strada che all’interno delle lame, della durata di circa 4 ore per 5 km a piedi, partendo da Ceglie del Campo. La piacevole passeggiata è stata organizzata da Rocco Carella e Anastasia De Felice, dottore forestale e di ricerca in Studio e Progettazione del Paesaggio il primo, dottoressa in scienze naturali e presidente dell’associazione la seconda. Per info: 340 1377404.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY