Input your search keywords and press Enter.

Manfredonia: ecco “Marina del Gargano”, il porto turistico a 5 ancore d’oro

Il porto turistico Marina del Gargano con lo skyline della città alle spalle

I tempi di realizzazione e consegna di quello che si candida a diventare «un riferimento di alta ingegneria portuale per il Sud Europa» sono stati rispettati. Nel cantiere del porto turistico di Manfredonia, infatti, i lavori procedevano alacremente e in modo spedito in vista della tanto attesa inaugurazione del “Marina del Gargano” prevista appunto per l’estate 2013 (leggi l’articolo di Ambient&Ambienti). Una struttura imponente, ma progettata per integrarsi con il territorio circostante e costruita secondo rigide procedure a rispetto dell’ambiente; un hub a vocazione internazionale che cresceva giorno dopo giorno, così come documentato in corso d’opera anche da Ambiente&Ambienti. Adesso quella che inizialmente era solo una visione di un gruppo di imprenditori del posto è diventata realtà. Ad inaugurare il porto turistico Marina del Gargano, infatti,pochi giorni fa, è stato il ministro dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Andrea Orlando. Un “taglio del nastro”, quello di Orlando, che ha inaugurato non solo una nuova infrastruttura catalizzatrice di flussi turistici e quindi economici, ma che vara una nuova stagione per tutto il Gargano.

Il porto turistico di Manfredonia può ospitare yacht fino ai 60 metri di lunghezza

Il Porto, alcuni numeri –  Marina del Gargano è una struttura che si estende su 270 mila metri quadri, per oltre 700 posti barca. Grazie a fondali profondi sino a 6,50 mt potrà ormeggiare imbarcazioni e yacht fino ai 60 metri di lunghezza, accogliendo turisti e diportisti in transito lungo la dorsale Adriatica. Il costo complessivo dell’opera è di 54 milioni di euro, di cui il 40% proveniente da fondi del Terzo Protocollo Aggiuntivo del Contratto d’Area; il resto stanziato dalla “Gespo”, società che raggruppa importanti imprenditori di Manfredonia che hanno dato vita all’imponente progetto. Si sviluppa in prossimità del centro storico cittadino ed sarà quindi punto di incontro per diportisti, turisti, cittadini. L’infrastruttura – primo ‘Marina’ a gestione internazionale in Italia – mira ad essere un volano per l’economia del territorio anche grazie ad un accordo di gestione con il gruppo inglese MDL Marinas, grazie al quale è entrato a far parte di una rete internazionale di porti turistici, diventando un nodo strategico per la nautica da diporto per quanti gravitano fra il promontorio del Gargano, la Croazia, la Grecia e le coste adriatiche. Il punto di forza del network è la possibilità, per il diportista che acquisti un posto barca in una delle marine del gruppo, di beneficiare gratuitamente degli stessi servizi in tutte le altre strutture associate.

Verso il salto di qualità – «Alla provincia di Foggia e al Gargano si chiede, ora, di effettuare l’atteso salto di qualità, quello di saper offrire uno standard d’accoglienza e una gestione del territorio che siano all’altezza dell’inestimabile bellezza di questo pezzo d’Italia», ha spiegato durante il suo intervento il ministro Orlando, mettendo ognuno dinanzi alle proprie responsabilità. «Marina del Gargano è un porto “a cinque ancore d’oro” (cioè un sistema di misurazione a livello internazionale della qualità dei servizi molto simile a quello delle “stelle” per l’hotellerie, ndr)» ha affermato Nicola Francescucci, direttore del porto. «Un traguardo questo, ma anche un punto di partenza verso obiettivi ancora più ambiziosi – ha dichiarato invece Gianni Rotice, presidente Gespo e Marina del Gargano – ovvero far emergere questo ‘Marina’ come il prolungamento della città di Manfredonia, contribuendo a fare ripartire l’economia con posti di lavoro, opportunità di investimento, generando lo sviluppo che tutti ci attendiamo nel settore della nautica, che porta con sé un indotto immenso: quello del turismo che a sua volta significa cultura, arte, tradizioni enogastronomiche, eccellenza artigiana». Nelle prossime settimane, infatti, lungo il viale del “Marina del Gargano” apriranno ristoranti, negozi e boutique. Insomma, nuove e concrete opportunità di lavoro, crescita, sviluppo per il territorio.
[nggallery id=261]

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *