Input your search keywords and press Enter.

Maggio, weekend  tra villaggi medievali

maggio ecoweekend villaggio rivolta

Tra gli insediamenti medievali scavati nella roccia della Gravina di Ginosa, ecco il medievale Villaggio Rivolta

Nonostante siamo arrivati alle porte di giugno, un clima non proprio estivo ci tiene lontani dalla pigrizia da … ombrellone. Approfittiamone per passeggiare tra i borghi del nostro incantevole territorio.

Sabato 21 maggio una piacevole idea potrebbe essere esplorare la gravina di Ginosa fino a raggiungere il suggestivo Villaggio Rivolta.

Nel Parco Regionale Terra delle Gravine, Ginosa si è sviluppata in un contesto paesaggistico molto particolare, fatto di roccia, acqua e sapienza umana. Tra gli insediamenti medievali scavati nella roccia, ecco il medievale Villaggio Rivolta, con le case – grotta, le cisterne e il sistema per la raccolta dell’acqua piovana, le scale, le strade, i forni, le chiese. E poi, al “dormitorio di grillaio”, ovvero un grosso pino cittadino, ad un certo momento della giornata vedremo arrivare decine di falchi fiondarsi nella chioma per trascorrere la notte, decine, fino a 500 – 600, tutti in una sola chioma di albero. Tutte le informazioni a questo link .

Architettura-barocca-Martina-Franca

Passeggiata a Martina Franca (TA) alla scoperta delle Dimore storiche domenica 22 maggio

Martina Franca, invece, partecipa alla quarta edizione delle “Giornate nazionali delle Dimore storiche”, quest’anno dedicata ai “Portali di Martina”. Insolita e piacevole, dunque, una passeggiata tra maschere, conchiglie e ghirigori di pietra. Sabato 21 maggio è in programma una visita guidata dedicata al Seicento e al Settecento martinese, secoli in cui Martina fu elevata a città elegante e raffinata con i suoi decori barocchi e rococò, in grado di competere con altre mete artistiche di rilievo del Regno di Napoli. Alcune delle tappe: il Palazzo Ducale con i dipinti rococò del Piano Nobile, la Basilica di San Martino, la Chiesa del Monte Purgatorio e i Palazzi gentilizi che per l’occasione apriranno i propri cortili: Motolese, Martucci, Lella, Mongelli-Lopez e anche lo storico Ospedaletto, esempio di antica dimora a corte, tutti luoghi dove ci saranno mostre ed esposizioni. Per saperne di più clicca qui:

Il sole di domenica 22 maggio, invece, illuminerà di sicuro la piacevole e insolita passeggiata nella Riserva Naturale Bosco delle Pianelle. Il bosco, ribattezzato “sonoro”, si scoprirà in una dimensione diversa, quella dei suoni che lo caratterizzano in primavera, dal canto degli uccelli al fruscio delle foglie che agita il vento. Per finire con un inaspettato vero e proprio concerto di flauti tra querce secolari. La passeggiata si snoderà sul fondo della gravina del Vuolo, solco carsico ammantato di bosco. Sarà lì che impareremo a riconoscere il canto dello scricciolo, del merlo, della sterpazzolina, ma soprattutto saremo in grado di percepire la “musica” che possono creare i fruscii di fragni e roverelle, biancospini e prugnoli. Se non bastasse, tra le stesse querce secolari il gruppo di flauti, Flute in progress, del Conservatorio Statale di Musica “E. R. Duni” di Matera improvviserà un’esibizione musicale per celebrare l’armonia tra l’uomo e la natura.

Infine un appuntamento anche per i più piccoli ecoturisti, al Parco di Lama Balice. Cappuccetto Verde li aspetta a Villa Framarino, (sp 156 aeroporto Palese-Bitonto) per accompagnarli assieme ai loro genitori per una passeggiata naturalistica nel bosco incantato. Al termine, tutti artisti per realizzare capolavori con originali tecniche di pittura. Contatti info@tracceverdi.it

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *