L’ultimo ecoweekend ‘giallo’: voglia di evasione tra riserve e canyon

Escursioni lungo le Vie del Sale

Col timore di ulteriori restrizioni ma con la voglia di evasione per godersi un fine settimana “giallo” prima del passaggio in altra fascia. In Puglia numerosi appuntamenti, tra escursioni e visite guidate, in quello che si presenta come l’ultimo vero weekend  ecologico in libertà prima di Pasqua

Ed ecco, come da tradizione, una carrellata di eventi, con il solito invito a evitare assembramenti, rispettare le regole di distanziamento sociale e contattare i promotori delle iniziative per conoscere le modalità di partecipazione agli eventi.

Per promuovere la propria attività e comunicare le iniziative per la rubrica Ecoweekend si può contattare la nostra redazione, inviando una mail a: redazione@ambienteambienti.it o fulviodigiuseppe@gmail.com

Walking delle grotte costiere

Da Cala Corvino a Torre Incina, andata e ritorno. È questo il percorso proposto da PugliAvventura per domenica 14 marzo alle 10.

Una giornata all’insegna della passeggiata sul mare, riscoprendo un tratto di costa estremamente suggestivo. Un’occasione per godere di un panorama e sensazioni uniche: grotte marine, falesie, scogliere, baie e antiche torri d’avvistamento. L’itinerario costiero attraversa sentieri che serpeggiano tra la macchia mediterranea, tra caverne marine dai nomi caratteristici che rimandano a tempi lontani, celebrando un antico connubio uomo-mare ed entrando nell’esclusiva e nascosta Grotta delle fate. La tappa intermedia dell’escursione sarà la Lama Incina, un solco carsico naturale a ridosso di una caratteristica insenatura arricchita da barchette tipiche di pescatori locali.

In Foresta Umbra

Escursione e trekking nella Foresta Umbra con degustazione di prodotti tipici del Gargano. La proposta arriva da ‘I viaggi di Liz’: domenica 14 marzo, assieme all’Associazione Fare Natura, di DauniaTur ed il Centro Studi Naturalistici Onlus, si scopre lo scrigno di biodiversità più importante di tutta la Puglia: la Foresta Umbra. Info iviaggidiliz.it

Cooperativa Serapia

Tradizionali appuntamenti anche con l’attiva cooperativa Serapia. Sabato e domenica si va In bici sulla via dell’olio, una ciclopasseggiata tra gli ulivi monumentali del Parco Dune Costiere (Ostuni).

Nelle stesse giornate, Viaggio e passeggiata nel mondo del Giardino Botanico Lama degli Ulivi. Domenica 14 febbraio a Martina Franca, si va alla scoperta dell’incantevole Bosco delle Pianelle.

Inoltre continua l’attività di noleggio bici e infopoint presso l’Albergabici “Centro Visite del Parco delle Dune Costiere” (Casa Cantoniera di Montalbano di Fasano BR) per “viaggiare” in bici nel cuore del parco, tra natura e storia. Info www.cooperativaserapia.it

Masseria Torcito

Un’affascinante escursione alla scoperta di Cannole e del Parco Naturale e Archeologico di Torcito, e della Serra di Montevergine lungo un suggestivo itinerario tra natura e archeologia e storia.

Con Naturalmente Salento, domenica si visita Cannole, lo splendido borgo con il castello, esplorando il Parco Naturale Archeologico di Torcito, facendo trekking lungo i sentieri naturalistici del parco. E ancora, il frantoio ipogeo, l’imponente torre colombaia e il complesso Masserizio, punto di sosta dei carovanieri e pellegrini lungo l’antica Via Francigena. Infine, il Santuario della Serra, il suo Menhir, e tramite il Sentiero ferrovia rientreremo al punto di partenza dove terminerà l’escursione. Info: 338-7799477

La Palude del Conte

Domenica si esplora la Riserva Naturale Regionale Orientata Palude del Conte e Duna Costiera – Porto Cesareo, Torre Colimena e la Salina dei Monaci sul Sentiero dei Fenicotteri, praticando il birdwatching.

Nel perimetro della riserva, rientra uno dei tratti di costa più belli della zona, quello di Punta Prosciutto e di Lido degli Angeli: si cammina lungo sentieri naturalistici caratterizzati da alte e lussureggianti dune secolari ricoperte di macchia mediterranea.

Alle spalle delle dune, zona umida formata da vasti canneti e da bacini di bonifica. Si raggiunge poi il Bosco dell’Arneo, contiguo alla zona umida. Alla riserva si aggiungono anche gli isolotti di Porto Cesareo, il colle Belvedere e la penisola della Strea, arrivando alla Riserva Naturale Regionale Orientata del Litorale Tarantino Orientale. Nella riserva naturale orientata esploreremo la Salina dei Monaci, le dune di Torre Colimena, la Palude del Conte sul Sentiero dei Fenicotteri. Oggi la Salina dei Monaci, è un ottimo luogo per praticare il Birdwatching,

Torre Colimena

È zona di sosta dei Fenicotteri Rosa durante le fasi di migrazione, per cui chi visiterà la riserva vi si avvicinerà con tutte le dovute cautele accompagnati da una Guida Ambientale Escursionistica specializzata in Ornitologia e Birdwatching. Altri uccelli migratori frequentano la zona come i germani reali, gli storni, le gru, i cigni e le oche selvatiche. Presente anche il poco comune cavaliere d’italia. Uccelli tipici della zona sono anche l’airone rosso e l’airone bianco, il picchio, il pettirosso, il martin pescatore, la capinera, lo scricciolo, l’usignolo, la gazza, il corvo ed il merlo. Info: naturalmente.salento@gmail.com

Il Canyon della Guardiola

Sabato si va lungo Le Vie del Sale a esplorare il Canyon della Guardiola. Un itinerario mozzafiato lungo gli antichi tratturi all’interno del Parco Naturale costiero Otranto Leuca. Un itinerario escursionistico, un trekking costiero lungo sentieri che corrono parallelamente alla falesia rocciosa a strapiombo sul mare.

Le guide racconteranno la storia e le leggende legate a questi luoghi, vedendo le piscine naturali che si aprono nella roccia, una volta usate come piccole saline per estrarre l’oro bianco in epoche antiche. Si parlerà di storie e leggende legate al contrabbando del prezioso sale nei territori del capo di Leuca. Info naturalmentesalento.it

Hardcore Gargano

Appuntamento domenica 14 marzo: parteendo da Monte Sant’Angelo ,durante il cammino si racconterà la ricchezza e la varietà di questo pezzo di Gargano sconosciuto ai più, tra piante, rocce e tracce storico-archeologiche di notevole importanza (un eremo, una necropoli, un convento medievale).

Il percorso è un viaggio nella storia geologica del promontorio ma anche nel primordiale rapporto tra roccia e uomo, che qui viveva e lavorava tra grotte e terrazzamenti, in un contesto naturalistico di eccezionale valenza per la presenza di numerose specie rare.

Case-grotta, pagliai, frantoi scavati nella roccia arricchiscono la valenza culturale di questa zona oggi lontana da ogni via di comunicazione. Info www.garganonatour.it

Extra weekend/Giornata nazionale del paesaggio

Appena fuori dal weekend, lunedì 15 marzo la Pinacoteca metropolitana “C. Giaquinto” celebra la Giornata nazionale del Paesaggio, un’iniziativa istituita cinque anni fa dall’allora Ministero per i Beni Culturali e del Turismo con l’obiettivo di “promuovere la cultura del paesaggio in tutte le sue forme e sensibilizzare i cittadini sui temi ad essa legati”.

Per l’occasione la Pinacoteca offrirà in modalità digitale, secondo le disposizioni vigenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica, una selezione di cinquanta opere di sua proprietà, incentrate sul tema e dal titolo: “Il paesaggio pugliese nelle collezioni della Pinacoteca Metropolitana di Bari: la consapevolezza di un’identità”. La mostra sarà visitabile virtualmente sul sito della Pinacoteca e sulla pagina facebook del museo.

Extra weekend/Grotte di Castellana

Le Grave di Castellana

Il 2020 è stato un anno singolare per tutti come anche per le Grotte di Castellana (Ba), ma, nonostante i lunghi periodi di chiusura a seguito delle restrizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, il sito carsico castellanese si è confermato fra i principali attrattori turistici di Puglia, registrando 125.385 ingressi totali in circa sei mesi di attività, con un pubblico quasi nella totalità nazionale (italiano l’87,09% del totale dei visitatori) e con un incasso relativo agli ingressi di oltre 2 milioni di euro.

A rendere noti i numeri che hanno caratterizzato lo scorso anno, allo scopo di dare un segnale di positività e sperare in un ritorno alla normalità il prima possibile, il CdA della Grotte di Castellana srl, composto dal presidente Victor Casulli, dal vice presidente Francesco Manghisi e dalla consigliera Monica Di Monte, insieme al sindaco Francesco De Ruvo e all’assessore al turismo del Comune di Castellana Grotte Illa Sabbatelli.

Articoli correlati