Lotta alla plastica: progetti e iniziative contro l’inquinamento

L’Europa affronta l’ambiziosa e necessaria lotta alla plastica: dalla riduzione degli imballaggi alle nuove filiere green in Germania; l’Italia porta la bio-plastica in Russia.

Lotta alla plastica: entro il 2030, le plastiche introdotte nel mercato UE saranno completamente riciclabili, l’uso dei sacchetti monouso ridotto e l’utilizzo di microplastiche limitato.

La Strategia europea sulle plastiche, adottata a gennaio 2018, vuole rilanciare l’economia tutelando l’ambiente e la salute dell’individuo. Nel mondo – ricorda la Commissione europea – si gettano oltre 25 milioni di tonnellate di plastica, che inquinano prevalentemente i mari e le spiagge. Le microplastiche presenti nell’aria, nel cibo confezionato e nei detergenti inquinano le acque e insidiano il corpo umano, con impatti sulla salute ancora non del tutto conosciuti.

plastica
Attraverso la lotta ai rifiuti in plastica, l’Unione europea vuole diffondere l’economia circolare, tutelando l’ambiente e la salute dell’individuo

La Commissione europea ha analizzato i primi impegni volontari di riciclo assunti negli Stati membri. Secondo la Commissione, entro il 2050, l’offerta di plastica riciclata potrebbe arrivare a 10 milioni di tonnellate, sebbene la domanda di plastica riciclata si fermerà a 5 milioni di tonnellate. I tecnici della Commissione europea hanno espresso riconoscenza per i contributi al riciclo degli Stati membri, ma sollecitano maggiori investimenti sulla filiera produttiva della plastica, in un’ottica di economia circolare. Germania e Italia sono tra le nazioni che stanno lavorando a interessanti innovazioni.

Lotta alla plastica: la Germania si innova

KHS, azienda tedesca specializza in imbottigliamento di bevande, vuole raggiungere un ambizioso obiettivo: un milione di bottiglie al mese realizzate interamente con plastica riciclata. I primi test hanno coinvolto alcuni produttori di acque minerali; le confezioni 100% green sono già sul mercato.

La produzione di plastica riciclata richiede anche meno energia. Rispetto alla plastica vergine, spiegano i tecnici della fabbrica tedesca, la plastica riciclata ha un colore più scuro. Grazie a questa caratteristica, occorre meno calore (e dunque meno consumo energetico) per la lavorazione delle preforme, che daranno vita alla bottiglia.

KHS sta anche cercando di ridurre l’utilizzo delle pellicole in plastica. L’azienda sta realizzando nuovi fardelli con vassoi in cartone, nei quali le bottiglie sono disposte a nido d’ape. Con gli Snap Pack, si distribuiscono multipack di quattro o sei lattine, incollate fra loro. Queste soluzioni, osserva sempre KHS, consentono un risparmio di plastica del 70%, ma anche un più vasto contenimento delle emissioni inquinanti. I fardelli a nido d’ape possono ridurre l’impronta ecologica dell’intera filiera del packaging: più bottiglie in minor spazio, concludono i tedeschi, significa maggiore quantità di merce trasportata in un unico viaggio e, dunque, minore CO2 nell’aria.

Lotta alla plastica: la tecnologia italiana arriva in Russia

Dal 2007, la bolognese Bio-on produce poliestere naturale, ottenuto dalla fermentazione degli scarti agricoli e anche dall’olio di frittura usato.

La plastica di Bio-on è veramente naturale. Sintetizzata da batteri non patogeni, non è idrosolubile ed è totalmente biodegradabile in natura. Il processo produttivo non richiede l’uso di pericolosi agenti chimici mentre, a fine vita, Bio-on è mangiata dai batteri. Grazie queste caratteristiche, la plastica Bio-on è ideale per l’utilizzo in cosmetica e in farmaceutica.

POTREBBE INTERESSARTI: Legambiente contro le microplastiche nei cosmetici

Agli inizi di novembre, Bio-on ha concesso al gruppo petrolchimico russo Taif JSC la licenza per la produzione della bio-plastica. L’accordo, del valore di oltre 17 milioni di euro, estenderà la rivoluzione verde anche su suolo sovietico: Taif investirà altri 90 milioni di euro per un nuovo sito produttivo, che potrà creare fino a 20mila tonnellate di bio-plastica ogni anno.

Articoli correlati