Input your search keywords and press Enter.

L’Ora della Terra contro il cambiamento climatico

Sabato 19 marzo, ritorna l’Ora della TerraEarth Hour, manifestazione mondiale organizzata dal WWF, contro il cambiamento climatico. L’associazione ambientalista si propone per invitare cittadini, aziende, istituzioni ad agire concretamente “insieme per il cambiamento”.

Come azione simbolica, il WWF chiede a tutti di spegnere le luci per un’ora, dalle ore 20.30 alle 21.30, dal Pacifico alle coste atlantiche e di partecipare a eventi, come le “cene amiche del clima” organizzate in tutta Italia.

E proprio nel nostro Paese la situazione è critica. Infatti, gli scenari sono di un Paese sempre più teso alla desertificazione. Meno pioggia ma precipitazioni violente e concentrate in alcuni periodi dell’anno, siccità estive sempre più marcate su Alpi e Pianura Padana, dove le magre prolungate del Po potrebbero mettere in ginocchio agricoltura e zootecnia, generale incremento della temperatura media in Italia, nel corso di questo inizio di secolo, fino a 6°C.

Mercogliano CMCC - temperature_

Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti climatici (CMCC) – proiezioni delle temperature

Nell’ipotesi peggiore (cioè proseguendo sul trend attuale delle emissioni di gas serra), aumento dei periodi aridi in Calabria, Toscana, Veneto. Queste, in sintesi le previsioni tracciate dal gruppo di lavoro coordinato da Paola Mercogliano del Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti climatici (CMCC), con un dettaglio ad alta risoluzione ottenuto dai modelli tra i più evoluti, affidabili (sotto i 10 km.) delle caratteristiche del clima.

Secondo gli scienziati, i futuri 50-60-70enni nati oggi dovranno fare i conti con un‘Italia senza più le “mezze stagioni”. I futuri connazionali saranno costretti a usare ombrelli e stivali tenendo in borsa sempre cappelli da sole e ventagli per la calura in arrivo, e viceversa. Il problema più grave però sarà quello dell’agricoltura e quindi del cibo e della produzione di energia idroelettrica e industriale.

A Parigi, nel corso della COP21 sul clima, i grandi della Terra hanno deciso di combattere il riscaldamento climatico approvando un accordo globale anche grazie alla spinta delle grandi mobilitazioni mondiali attivate dalla società civile. Lo spirito di queste mobilitazioni tornerà a farsi sentire il prossimo 19 marzo con l‘Ora della TerraEarth Hour, il più grande evento planetario del WWF . Dall’Opera House di Sydney alla Torre Eiffel fino alla Basilica di San Pietro, i principali monumenti del pianeta parteciperanno a questa grande “ola” di buio.

“Cambiare il Cambiamento Climatico, spegnere le luci per accendere il cambiamento”: è questo lo slogan scelto dal  WWF “perché tutti insieme è possibile combattere concretamente il cambiamento climatico, sia con azioni concrete di ciascuno sia facendo sentire la propria voce ai governi che sono chiamati a scegliere la strada verso economie a basso tenore di carbonio, eliminando gradualmente le fonti fossili, a cominciare dal carbone”. Sui social si può seguire e condividere l’evento con #oradellaterra.

Mercogliano CMCC - precipitations_ (1)

Centro Euromediterraneo per i Cambiamenti climatici (CMCC) – proiezioni delle precipitazioni

Quest’anno Earth Hour compie 10 anni: dopo la prima edizione 2007 che coinvolse la sola città di Sidney, l’effetto domino dell‘Ora della Terra nel 2015 ha spento la luce in 7000 città e oltre 170 paesi e regioni del mondo, coinvolgendo oltre 2miliardi di persone e centinaia di imprese. In Italia per il secondo anno consecutivo la Marina Militare si unirà nel simbolico gesto dello “spegnere le luci” contribuendo al progetto di sensibilizzare il mondo ai problemi legati al riscaldamento climatico. Grazie e questa partecipazione le luci saranno spente anche sul mare oltre che nelle basi navali italiane. Si rinnova anche il sostegno della Federazione Italiana Rugby e della Nazionale azzurra che porteranno “in meta” il messaggio del WWF .

In Italia, il WWF ha stretto una collaborazione speciale con Altromercato, la maggiore organizzazione di Commercio Equo e Solidale del Paese e tra le principali a livello internazionale, con l’obiettivo di organizzare, in occasione di Earth Hour, la più grande cena sostenibile e solidale a lume di candela.

Per trovare informazioni sull’evento più vicino a loro sulla piattaforma digitale di Altromercato. Con l’Earth Hour si concretizza così l’avvio di un’importante partnership tra WWF e Altromercato, nell’ambito della campagna “Insieme creiamo un altro vivere”, #unaltrovivere, con l’obiettivo di costruire una nuova cultura della sostenibilità e stili di vita orientati da una crescente consapevolezza ambientale, etica, sociale ed economica.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *