Libri e natura, un binomio vincente a Bari nel Bosco di Cancello Rotto

Parte oggi il programma di eventi letterari del Centro Regionale Audiolibro Puglia e Talenti del Gusto. I “Dialoghi nel Bosco”, inizieranno alle 18.30 nel Bosco di Cancello Rotto a Bari

 

Tre appuntamenti per unire letteratura e ambiente, per godere delle parole in un luogo che sa di speranza e di futuro, che parla di vita. È “Dialoghi nel Bosco”, il calendario organizzato dal Centro Regionale Audiolibro Puglia e da Talenti del Gusto che prenderà il via domani giovedì 13 luglio, alle 18.30 nel Bosco di Cancello Rotto in Via Cancello Rotto (di fronte al civico 28) a Bari.

Tre presentazioni di libri offerte dal Centro Regionale dell’Audiolibro che è un servizio che l’Assessorato al Welfare della Regione Puglia offre ai non vedenti, agli ipovedenti e a tutti i cittadini pugliesi e stranieri residenti nel territorio regionale con difficoltà di lettura autonoma.

LEGGI ANCHE: Un sentiero per ipovedenti nel Parco dell’Alta Murgia

Tre incontri al Bosco di  Cancello Rotto

Si comincia oggi giovedì 13 luglio con i curatori Siranush Quaranta e Carlo Coppola che converseranno su “I fatti d’Armenia 1895-1896 e l’assassinio di Padre Salvatore Lilli”, ed. La Matrice.

Siranush Quaranta, di madre armena e padre italiano, è dottore in Comunicazione e Marketing e si occupa della presenza armena nei media italiani tra Otto e Novecento. Carlo Coppola, cittadino italiano e armeno, presidente del Centro Studi “Hrand Nazariantz” di Bari, studia la presenza armena nel bacino del Mediterraneo con particolare attenzione al Mezzogiorno d’Italia.

Presso il bosco di cancello rotto si terranno a partire da oggi tre incontri letterari rivolti a non vedenti, ipovedenti e persone con difficoltà di lettura autonoma (foto Facebook)

Il libro racconta la storia e l’uccisione di un eroe del quotidiano che partì da Cappadocia in Abruzzo e si diresse alla volta della Custodia di Terra Santa. Padre Salvatore Lilli è stato beatificato da Papa Giovanni Paolo II il 3 ottobre 1982.

Il secondo appuntamento è fissato per il 20 luglio, sempre alle 18.30, con il poeta e pittore Piero Fabris autore di “Frammenti d’ambra al novilunio”, ed. Lès Flaneurs. Una raccolta di versi per narrare la realtà e raggiungere l’anima degli elementi per raccontare la verità dei rapporti umani contro le apparenze e le falsità.

L’ultimo appuntamento il 27 Luglio alle 18:30, con il geologo e scrittore Alfredo De Giovanni autore per Radici Future Edizioni di “Fatti albero”, un libro che parte da una storia vera: la mobilitazione di un intero paese per salvare un albero di pino secolare dall’abbattimento prematuro. Una storia di amore e di profonda simbiosi con la natura, di riscoperta del mito e di lotte per diventare grandi, di voli senza tempo in quel luogo misterioso che è il cuore degli alberi. Il libro offre spunti per esplorare le connessioni esistenti tra gli alberi e le principali materie di studio della scuola secondaria: letteratura, educazione civica, scienze, storia, geografia, arte, musica, religione e tecnologia, che testimoniano l’irrinunciabile presenza di questi straordinari esseri viventi per la vita sulla Terra.

Si consiglia di portare sedie, teli o stuoie per assistere più comodamente all’evento.
L’ingresso è libero.

Articoli correlati