Input your search keywords and press Enter.

L’evento del sabato, Festa dell’albero

Contrariamente a quanto si pensa per il verde si fa molto. Forse pochi lo sanno, ma Il centro di Educazione Ambientale Masseria Carrara, a Modugno, è stato istituito e riconosciuto dal relativo comune con deliberazione della Giunta Comunale il 12 Febbraio 2009 ed è stato affidato in gestione alla Cooperativa Verderame, l’unica in Puglia convenzionata con il WWF e con il Parco Nazionale dell’Alta Murgia che, tra l’altro, ha stipulato nel 2007 una convenzione con il Ministero di Grazia e Giustizia per la realizzazione del progetto -il primo in Italia di Educazione Ambientale rivolto ad ospiti di un carcere mandamentale-La segnaletica in area protetta. In più lavora in tandem con l’Associazione Università Verde di Bari. Non solo – leggiamo sul portale della Masseria- “con determinazione dirigenziale del Settore Educazione, Servizio Ecologia dell’Assessorato all’Ecologia della Regione Puglia, il Centro di Educazione Ambientale Masseria Carrara è stato accreditato al Sistema Regionale IN.F.E.A. (Informazione, Formazione ed Educazione Ambientale)”.

Il centro di educazione ambientale Masseria Carrara a Modugno (Bari) accoglie i visitatori in occasione della festa dell'albero anche con due mostre dedicate alla biodiversità

E domani, sabato, Festa dell’albero nel Parco della Masseria, rappresentato da un imponente uliveto composto da diverse varietà di notevoli dimensioni a cui si alternano alberi da frutto ormai di rispettabile età (fichi, gelsi, melograni, carrubi). Lo spazio è arricchito anche da numerosi esemplari di varietà antiche di melo e pero, oltre a rappresentanti di altre specie come il sorbo e il nespolo invernale, divenuti molto rari. Dalle 9.30 dunque è possibile la visita della struttura a cui seguirà la messa a dimora di giovani esemplari di specie autoctone, quest’ultime anche oggetto di un laboratorio molto stimolante per i bambini. Valore aggiunto, l’idea di coinvolgere appieno il pubblico proponendo una colazione tutta a base di prodotti naturali (ore 12 circa) e la possibilità di ammirare due mostre esclusive, la prima  I paesaggi della biodiversità a cura della Regione Puglia, l’altra specifica sulla biodiversità organizzata dal WWF Italia (info Maria Panza 338.10.703.98). Ma cosa sono le Università Verdi? In Italia nascono nei primi anni ottanta con la costituzione delle sedi di Mestre, Bologna e Milano e si diffondono a metà dello stesso decennio coprendo altre città, Bari, Roma, Pescara, Genova, Torino, Palermo, Padova, Foggia, Livorno, Rimini, Vicenza, Catania. A metà degli anni ’80 insomma se ne contavano quaranta: un’esperienza unica in Italia mirata alla sensibilizzazione, la diffusione e il consolidamento della cultura ecologica. Tanto speciale da proiettarla all’interno del Centro di Educazione Ambientale di Masseria Carrara, in quanto le Università Verdi sono un aspetto peculiare dell’ecologismo italiano. D’altronde nel resto d’Europa non esiste una realtà simile: sono in primo luogo un esperimento singolare di autogestione culturale che riguarda lo studio dei problemi ambientali e sociali relativi all’ecologia capaci di creare momenti di divulgazione culturale e scientifica. Anche perchè non va dimenticato che le Università Verdi hanno curato la pubblicazione di libri, audiovisivi e altri materiali; in alcune realtà locali hanno dato vita all’apertura di biblioteche, centri di documentazione, di Educazione Ambientale, promovendo attività di studio e ricerca a livello nazionale e internazionale. Nello specifico qui a Bari il contributo è rivolto al dibattito tecnico e scientifico sui temi ambientali fatto attraverso l’organizzazione e la realizzazione di iniziative educative e formative su argomenti specifici (corsi-seminari-convegni) e di progettazione e di riqualificazione ambientale.

Alla Masseria Carrara si svolgono regolarmente laboratori ambientali per bambini e adulti

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *