“Letture sostenibili”, al via la rassegna per ripensare l’ambiente

Quattro incontri onlini dedicati all'ambiente

Dal 19 marzo tre incontri in collaborazione con Aboca Edizioni. In attesa dei Dialoghi di Trani 2021

Ai tempi della pandemia, e per di più con mezza Italia in zona rossa, gli incontri non potevano non essere online. Così, in attesa della XX edizione dei Dialoghi di Trani (in calendario dal 16 al 19 settembre – si spera in presenza), è nata la rassegna “Letture Sostenibili. Come gli alberi raccontano le storie”. Tre incontri gratuiti in collaborazione con Aboca Edizioni.

La crisi pandemica ha messo in discussione tutto, anche il rapporto tra noi esseri umani e l’ecosistema. Come affrontare, dunque, le sfide del presente e del futuro? Come “smarcarci” dal concetto di “natura matrigna”? Una risposta può arrivare dalla natura stessa, dagli alberi che, come afferma il titolo della rassegna, raccontano storie. Basta saperli ascoltare. Potrebbe venirne fuori in modo diverso e innovativo di raccontare l’ambiente. Con più verità e meno luoghi comuni.

Il progetto è a cura dell’associazione di promozione sociale “La Maria del porto” e dall’assessorato alle Culture della Città di Trani.

Il ciclo di incontri, scrittori di narrativa a confronto

Il primo dei tre appuntamenti, tutti di venerdì, è in calendario oggi 19 marzo alle 18,30 con lo scrittore Carmine Abate, autore del libro “L’albero della fortuna”.

Primo appuntamento su Facebook con Carmine Abate

Protagonista del libro è il fico, che si trova accanto alla casa di Carmine, luogo intorno al quale si svolge la sua storia, il suo destino. Persone, strade, case, luoghi si congiungono nei sentimenti all’albero del fico che si staglia nel paesaggio meridionale. L’autore dialogherà in collegamento con la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Lucia De Mari.

L’incontro è organizzato in collaborazione con la Libreria Luna di sabbia, che ospiterà la giornalista,  e trasmesso contestualmente sui canali social (facebook e youtube) dei Dialoghi di Trani, della Libreria e di Aboca Edizioni.

La rassegna proseguirà il 16 aprile con la scrittrice triestina Federica Manzon autrice del libro “Il bosco del confine”, che dialogherà in collegamento con Alfredo Strippoli, Rule of law advisor dell’Unione europea a Sarajevo, in collaborazione con la Libreria Mondadori.

Il 23 aprile sarà la volta di “L’olmo grande” di Gian Mario Villalta, poeta e scrittore, che racconterà la storia dell’albero, come “ultimo superstite di un mondo contadino che non esiste più”. Villalta dialogherà con la giornalista della Gazzetta del Mezzogiorno, Enrica Simonetti.

L’organizzatrice dei Dialoghi: “Speriamo di raggiungere un pubblico sempre più ampio”

«Questa rassegna è ispirata al tema dei Dialoghi di quest’anno che è proprio la sostenibilità. Tratteremo alcuni dei temi individuati dall’Agenda 2030 per lo Sviluppo Sostenibile. Per questo abbiamo pensato che fosse interessante anticipare alcuni momenti di quello che sarà l’evento di settembre con le Letture sostenibili». È il commento di Rosanna Gaeta, direttore artistico dei Dialoghi di Trani, che prosegue: «A differenza dei Dialoghi, sono tutte opere di narrativa e non di saggistica perchè abbiamo voluto che fossero gli scrittori a parlare di natura e ambiente, e non giornalisti e filosofi come accadrà a settembre».

Sull’incontro con Aboca, che nasce come azienda di prodotti biologici ed equo-solidali per la cura della persona e non solo, Rosanna Gaeta ha detto: «Ci è sembrato interessante collaborare con un’azienda, che è anche una casa editrice, e che ha mostrato attenzione ai temi della natura e dell’ambiente attraverso la collana che ha inaugurato. Speriamo di raggiungere un pubblico sempre più ampio come quello degli studenti».

Articoli correlati