Let’s Clean Europe, è record italiano

Un nuovo record italiano per Let’s Clean Up Europe, la campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti

Un nuovo record italiano per Let’s Clean Up Europe, la campagna europea contro il littering e l’abbandono dei rifiuti che si terrà dall’8 al 10 maggio 2015. Sono infatti ben 356 le azioni regolarmente iscritte e approvate dal Comitato Promotore italiano (composto da Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Federambiente, Anci, Città Metropolitana di Torino, Città Metropolitana di Roma Capitale, Legambiente, AICA, ERICA ed Eco dalle Città). Un dato di grande rilevanza, visto che nella prima edizione svoltasi nel 2014 le azioni italiane erano state 137.

A proporre il maggior numero di azioni sono stati gli Enti Locali, con il 43%, seguiti dalle Associazioni (37%) e dai cittadini (8%). A livello nazionale, le regioni più virtuose, ovvero quelle che hanno proposto il maggior numero di azioni, sono state Piemonte, Lazio, Calabria e Sicilia. Interessante anche il numero stimato di partecipanti alle azioni che si svolgeranno in Italia da domenica 3 a domenica 17 maggio 2015, che si attesta sui 17.500 cittadini, così come l’estesa partecipazione dei punti vendita del franchising Mercatino Compra Vendita Usato. Cittadini che organizzeranno, sull’intero territorio nazionale, azioni di raccolta e pulizia straordinaria dei rifiuti. Tutti i gruppi, ove possibile, contabilizzeranno la quantità di rifiuti raccolti (suddivisi per tipologia) – e il numero di partecipanti compilando in un secondo momento una scheda di valutazione on line che consentirà di raccogliere dati utili per conoscere l’andamento della campagna.

L’evento centrale italiano quest’anno sarà la Pulisci e Corri – Keep Clean and Run, un eco-trail in 8 tappe che Roberto Cavallo e Oliviero Alotto intraprenderanno da Aosta, da dove partiranno sabato 9 maggio, a Ventimiglia, dove sabato 16 maggio è previsto l’arrivo. Per dare visibilità a tutte le iniziative, i partecipanti potranno inviare immagini o video delle azioni anche attraverso i social network (Let’s Clean Up Europe è su Twitter e Facebook, hashtag #cleanupeurope).

 

Articoli correlati