Input your search keywords and press Enter.

“L’energia che muove”, si parla di mobilità sostenibile

Parte da Casamassima (Bari) la scommessa delle città del futuro; l’appuntamento è per venerdì 12 febbraio con il convegno sulla mobilità sostenibile “L’energia che muove”. Esperti di respiro nazionale, rappresentanti delle amministrazioni pubbliche, dell’università e delle più importanti associazioni di categoria daranno vita alla discussione sulle tematiche di forte attualità legate alla vita eco-compatibile. Il convegno  è organizzato da: Greenergy Impianti Srl, l’Ordine degli Ingegneri di Bari e Cortenova Ricevimenti di Casamassima, dove si svolgerà l’evento  (Strada Statale km 23,700 a Casamassima, dalle ore 15)lenergia_che_muove_banner

L’obiettivo del convegno, patrocinato tra gli altri anche dal Ministero dell’Ambiente,  è creare una rete tra tutte le imprese, le università e le pubbliche amministrazioni impegnate nella ricerca e nelle soluzioni sulla mobilità sostenibile, e tracciare il quadro presente e futuro delle città.  I temi sul tappeto sono tanti: si parlerà doi mobilità sostenibile applicata alla Smart City, ai sistemi agricoli e industriali; di car sharing, di app innovative, di costi, di progetti avviati dal mondo accademico (è il caso dei numerosi interventi del Politecnico di Bari) e da imprese (da Enel a Gamesa). Il dibattito sarà aperto dal saluto istituzionale delle autorità. Tra queste il sottosegretario  al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali Massimo Cassano. 

L’energia che muove è  anche un progetto che vuole creare un dialogo e nuove sinergie tra esperti e istituzioni, per studiare sistemi alternativi di propulsione e di gestione capaci di ridurre le emissioni di gas e di inquinanti e limitare l’utilizzo di combustibili fossili sui mezzi che utilizziamo. Proprio durante il convegno verranno presentati modelli di macchine elettriche ed ibride – Volkswagen, Renault, Nissan e Mitsubishi – con le colonnine di ricarica Gamesa – di cui Greenergy è distributore sul mercato nazionale – e gli strumenti applicativi per la mobilità.

Dal dibattito emergeranno idee e progetti già avviati sulla vivibilità rispettosa dell’ambiente e della salute dell’uomo. Questo costituisce uno dei temi più complessi che la società deve affrontare. Sta infatti progressivamente crescendo la propensione al movimento degli individui, il processo di urbanizzazione e organizzazione delle città ha creato la cosiddetta città diffusa, una dispersione urbana che porta le persone a spostarsi per raggiungere i propri luoghi d’interesse. Inevitabile, quindi, una riflessione complessiva su una nuova mobilità, più sostenibile e compatibile con la salute dell’uomo e dell’ambiente.

Per partecipare al convegno è sufficiente registrarsi sul sito del convegno. Per il riconoscimento di crediti formativi per ingegneri (3) e geometri (2), è inoltre necessario iscriversi presso il proprio ordine professionale di appartenenza.

Il programma

Print Friendly, PDF & Email

One Comment

  • Pingback: L’energia che muove – Energia che muove

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *