Home Agricoltura Legumi coltivati in Puglia e Basilicata per produrre pasta senza glutine italiana

Legumi coltivati in Puglia e Basilicata per produrre pasta senza glutine italiana

3240
0
SHARE
legumi

Legumi, il cibo del futuro sarà interamente italiano, anzi pugliese e lucano, grazie al progetto Andriani S.p.A.

Legumi controllati, sicuri e 100% italiani provenienti da coltivazione sostenibile

Il 2016 è stato l’Anno Internazionale dei Legumi, come proclamato dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite, alla sua 68esima sessione, per promuovere e sostenere la campagna di sensibilizzazione sui benefici nutrizionali dei legumi nel contesto di una produzione di cibo sostenibile.

LEGGI ANCHE: Vendemmia 2017, ricca e sostenibile

I legumi sono nutrienti con 20-25% composto da proteine che, mangiati in associazione con i cereali, formano una proteina completa; contenogono un ridotto contenuto di grassi e zero colesterolo; non hanno glutine e sono il cibo ideale per i celiaci; sono ricchi di minerali (ferro, magnesio, potassio, fosforo, zinco) e vitamine del gruppo B (tiamina, riboflavina, niacina, B6,e acido folico) che hanno tutte un ruolo vitale nella salute.

LEGGI ANCHE: Fosforo in agricoltura, la ricerca per un futuro sostenibile

I legumi contengono anche composti bioattivi che in molti casi si sono stati un valido alimento nella lotta al cancro, al diabete e alle malattie cardiache.

LEGGI ANCHE: Insetti cibo del futuro, dal 2018 li mangeremo anche in Italia

Se i legumi provenissero da una filiera controllata e sostenibile?

Grazie al progetto presentato da Andriani S.p.A. in occasione del convegno intitolato La filiera agroalimentare: un’economia sostenibile per il nostro futuro presso la Fiera San Giorgio di Gravina all’interno di “Murgia è Fiera” – si può anche parlare di legumi e sicurezza alimentare.

L’azienda pugliese con sede a Gravina di Puglia, specializzata nella produzione di pasta senza glutine innovativa a base di legumi, Mais, Quinoa, Grano Saraceno e altre materie prime alternative, ha ideato un progetto che vuole tutelare la Filiera controllata di Legumi per la produzione della propria pasta senza glutine

Obiettivo è coinvolgere, entro il 2020, gli agricoltori di Puglia e Basilicata per una superficie minima di 8.000 ettari, puntando ad abbattere le emissioni di CO2 e ad aumentare le rese degli agricoltori stessi.

 L’agricoltura sostenibile ancora una volta si conferma come volano dell’economia di un Paese che riparte e prosegue dalla terra.

E’ un’opportunità importante per migliorare la produzione dei legumi, proteggendo l’ambiente e incentivando il profitto degli operatori della filiera alimentare del territorio pugliese e lucano. Una soluzione ideale anche per affrontare e combattere le sfide di un commercio sempre più concorrenziale.

Il progetto nasce dalla consapevolezza di dover fare qualcosa per questo territorio che non ha più confini e anche molto vocato alle leguminose. Il progetto vuole utilizzare l’attività imprenditoriale, e industriale, per investirla nell’impegno alla sostenibilità“, dichiara Michele Andriani.

Motivo per cui il progetto di un Filiera controllata di legumi ha come partner Horta S.r.l., spin-off dell’Università Cattolica del Sacro Cuore che fornisce consulenza e servizi nel campo delle produzioni vegetali, finalizzati ad accrescere la competitività delle imprese agricole e agro-alimentari. La spin-off universitario ha predisposto strumenti e servizi informatici per il supporto alle decisioni (legumi.net®) in grado di dare indicazioni operative e pratiche alle aziende agricole in merito alla tecnica di coltivazione, e consentire di misurare in maniera semplice e completa la sostenibilità dei processi produttivi.

L’agricoltura passa così dalla formazione e dall’innovazione tecnologica che, in questo caso, non sostituisce la mano e le competenze dell’agricoltore, bensì diventa mezzo fondamentale per la diversificazione economica.

Cuore del progetto di Andriani S.p.A. è permettere alle imprese agricole di razionalizzare i disciplinari di coltivazione, sia in produzione integrata che biologica, in modo da rispettare tutti i criteri previsti per la produzione sostenibile.

Quello dei legumi è un mercato sempre più in crescita, che va di pari passo anche con l’aumento dei casi di celiachia e di intollerenze alimentari.

Proprio il crescente consumo di legumi per la propria produzione pastaria, Andriani S.p.A. si è posta come obiettivo quello di facilitare, soprattutto, le rotazioni colturali sul territorio Italiano, avvicendando la produzione soprattutto di cereali.

Print Friendly, PDF & Email

LEAVE A REPLY