Input your search keywords and press Enter.

LED in riva al mare

Risparmio energetico, rispetto per l’ambiente e miglioramento estetico: sono molti i vantaggi di un’illuminazione a LED sul lungomare. Per questi particolari ambienti occorrono però protezioni speciali contro l’azione corrosiva delle nebbie saline. Ecco alcuni esempi tra i più recenti progetti di illuminazione a LED sul litorale.

led fano

Il nuovo impianto a LED realizzato a Fano abbatte del 57% il consumo di energia

Aset Spa, l’azienda multiservizi del Comune di Fano, nelle Marche, ha sostituito il vecchio impianto di illuminazione costituito da 70 pali con 280 lampade a vapori di mercurio con altrettanti lampioni a Led con colore speciale e trattamento anticorrosione vista la posizione a pochi metri dal mare. Il vecchio impianto assorbiva poco più di 50 000 kwatt/h all’anno, con oltre 4.000 ore annue di accensione e un costo annuo che si aggirava intorno ai 9.000 euro. Il nuovo impianto abbatte del 57% il consumo di energia (23.225 kwatt/h all’anno) a parità di ore totali di accensione, con un costo complessivo annuo dell’energia elettrica di 4 042 euro (-58,6%).

A Cagliari gli apparecchi di arredo urbano sono stati utilizzati per illuminare uno splendido percorso che porta dal centro della città alla spiaggia del Poetto, il litorale più importante del capoluogo sardo. Il progetto comprende la realizzazione di una pista ciclabile, di diversi punti di ristori e di aree verdi e, in particolare, di una passeggiata pedonale, attrezzata per il tempo libero. Da precisare che queste installazioni sono il frutto di tecnologia italiana, per la precisione della lombarda Disano.

led costa verde

Una veduta d’insieme della Costa Verde, il litorale della città di Lima capitale del Perù

E la tecnologia italiana è stata impiegata anche in un grande progetto di urbanizzazione che ha completamente cambiato il volto della Costa Verde, il litorale della città di Lima capitale del Perù. Lungo un tratto di costa di 6 chilometri è stato realizzato un percorso pedonale, una pista ciclabile e percorsi attrezzati per il fitness. Nel percorso ci sono piazze, punti di ristoro e di socializzazione: quella che prima era un’area abbandonata e poco sicura, è diventato uno spazio pubblico a disposizione dei cittadini.

Lungo tutto il litorale sono stati montati apparecchi con sorgenti a Led su pali conici in fibra di vetro. Un’eccellente soluzione che ha permesso di ottenere un livello di illuminamento uniforme. Negli spazi di aggregazione l’illuminazione è indiretta per avere maggiore contrasto: ad esempio al centro delle piazze sono stati installati faretti di colore blu per dare movimento, giocare con i volumi e creare atmosfera. Diversa è stata l’illuminazione progettata per le zone di ristoro, arredate con panchine per facilitare la socializzazione: «Abbiamo scelto di valorizzare le basi dei pergolati – spiega l’ing. Luis Chacaliaza che ha curato il progetto illuminotecnico –  e, per questo, abbiamo incassato in modo asimmetrico nel suolo dei faretti con vetro sabbiato per ridurre al minimo gli effetti abbaglianti. Nel rivestimento in legno, tra le travi, sono stati installati dei proiettori lineari».

Va sottolineata l’attenzione per la sostenibilità del progetto, con la scelta di sorgenti Led a lunga durata di vita (50mila h) e di apparecchi con elevato grado di resistenza meccanica, in linea con le raccomandazioni CIE per minimizzare l’inquinamento luminoso.

Un altro litorale sudamericano illuminato da lampioni Made in Italy è quello della cittadina uruguaiana di Piriápolis, località turistica sella costa atlantica a circa 100 km da Montevideo. Nella passeggiata principale è stata realizzata una nuova illuminazione con sorgenti a Led di ultimissima generazione., del tutto particolari anche per il loro design che prendono ispirazione dalla natura e che si accordano  con l’innovazione tecnologica che consente prestazioni davvero eccezionali in termini di qualità della luce e risparmio energetico.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *