Verso la fine dell’umanità? A LectorInFabula la risposta è satirica

Apolo Doroteo. Guerra-Mechain (Ph courtesy LectoinFabula 2022)

La satira, come la poesia, dice sempre qualcosa in più dei disegni e delle parole che usa.

“Senza titolo” dell’ucraino Vladimir Kazanevsky (Ph courtesy LectorInFabula)

Il 24 settembre saranno premiati i tre vincitori tra i 10 finalisti della quarta edizione del concorso internazionale di vignette satiriche “Libex 2022” sul tema “Verso la fine dell’umanità?” promosso dal Centro Librexpression/Libex della Fondazione “Giuseppe di Vagno (1889-1921), in collaborazione con Lectorinfabula, Pagina’21, Voxeurop, Fany Blog, Dibujantes Sin Frontieras, nell’ambito della XVIII edizione di LectorInFabula.

“Per la prima volta nella sua lunga storia l’umanità è in crescente, forse inevitabile, pericolo di estinzione a causa dell’attività dell’homo sapiens. L’inquinamento, il riscaldamento globale e i cambiamenti climatici hanno raggiunto livelli insostenibili.

Dal 24 febbraio 2022, la minaccia di una terza guerra mondiale o addirittura di una guerra nucleare e il ritorno all’opposizione e al potenziale conflitto tra due blocchi antagonisti. L’umanità rischia di scomparire. Per evitare questa nuova forma di apocalisse, deve riconciliarsi con se stessa e con la sua storia.

E soprattutto deve capire che deve cambiare la sua civiltà tecnologica basata sulla crescita economica e sull’iperconsumo, senza considerare il suo impatto sulle disuguaglianze e sulle sue stesse condizioni di sopravvivenza: l’ecosfera.

Deve capire che non si tratta solo di una questione ambientale, ma anche e soprattutto di una questione geopolitica, politica, economica e sociale. Su scala globale“.

Questo il tema che ha ispirato 281 vignettisti editoriali provenienti da 63 Paesi che hanno inviato alla giuria composta da Fabio Magnasciutti (Italia), Marilena Nardi (Italia), Tom Janssen (Paesi Bassi), Siri Dokken (Norvegia), Raffaella Spinazzi (Italia), KAP (Jaume Capdevilla-Spagna). Presidente Thierry Vissol (direttore Libex), ben 490 vignette.

“Terrore Atomico” dell’italiano Paolo Lombardi (Ph courtesy LectorinFabula2022)

Fra i 55 semifinalisti, le cui opere saranno parte di una mostra nel Monastero di San Benedetto a Conversano, dal 19 settembre alla fine di dicembre, sono stati scelti i dieci finalisti.

I 55 autori provengono da 30 Paesi: Albania, Argentina, Belgio, Brasile, Burkina Faso, Canada, Cina, Colombia, Croazia, Cuba, Danimarca, Francia, Germania, Italia, Indonesia, Iran, Israele, Kazakistan, Lettonia, Lussemburgo, Messico, Montenegro, Paesi Bassi, Perù, Portogallo, Russia, Serbia, Turchia, Ucraina, Usa.

Eccoli i 10 finalisti in ordine alfabetico:

  1. Niels Bo Bojesen (Danimarca)
  2. Apolo Doroteo Guerra Mechain (Perù)
  3. Ilya Katz (Israele)
  4. Vladimir Kazanewsky (Ucraina)
  5. Jitet Kustana (Indonesia)
  6. Paolo Lombardi (Italia)
  7. Elena Ospina (Colombia)
  8. Cristina Sampaio (Portogallo)
  9. Gatis Sluka (Latvia)
  10. Trax (Christine Traxeler – Francia)

“Scegliere tra 490 vignette di vignettisti editorialisti – ha spiegato Thierry Vissol, direttore del Centro Librexpression e presidente di giuria – è stata una vera sfida, vista la qualità delle proposte, ma era anche un lavoro di gruppo dei membri della giuria, ognuno con la propria sensibilità. Ci hanno guidato 4 criteri: tecnica, originalità, pertinenza e ironia. Ma diciamoci la verità: sul tema del concorso, molto attuale e sottostimato da tutti noi e dai nostri politici, c’è poco da ridere, al massimo può suscitare un sorriso amaro. Spero che questa mostra, risultato del concorso Libex 2022, contribuirà a sensibilizzare il pubblico ai pericoli mortali ai quali deve fare fronte l’umanità”.

“Infestazione” della colombiana Elena Ospina (Ph courtesy LectorinFabula2022)

Leggi di più su La Terra che viviamo e la Terra che sarà: ‘Il Giudizio universale’ è a Lectorinfabula

Articoli correlati