Lecce, inaugurato il Parco Urbano del Galateo

Uno spazio verde multifunzionale di oltre 18mila mq aperto a tutti i cittadini, mentre il vicino ex sanatorio diventerà un social housing

 

Inaugurato ieri a Lecce il Parco Urbano Ex Galateo, un’area verde di 18.400 mq annessa all’ex sanatorio utilizzato per curare le malattie tubercolari, ormai in disuso da tempo.

Il Parco, che sarà aperto tutti i giorni dalle 9 alle 21, è di proprietà di Puglia Valore Immobiliare, società di cartolarizzazione della Regione Puglia, che, dopo la dismissione da parte della Asl, ha acquisito tutta l’area incluso l’ampio giardino. Nel 2015, la Regione ha stanziato 1 milione e 200 mila euro per la trasformazione dello spazio verde in un parco pubblico e, a luglio dell’anno successivo, è stato firmato il protocollo d’intesa con il Comune, a cui ne veniva demandata la gestione per un periodo di 25 anni, rinnovabili. I lavori di riqualificazione dell’area, avviati nel 2019, si sono conclusi e l’11 giugno scorso è avvenuta la consegna del “Parco Urbano Ex Galateo” al Comune, che gestirà l’area e le strutture in essa presenti fino a quando, a seguito di procedura di gara, avverrà l’affidamento a un soggetto esterno.

Il  nuovo parco conserva l’originaria impronta di giardino all’italiana segnata da viali ortogonali, mantenendo le alberature esistenti (pini e querce) e arricchendosi di una serie di servizi: il front-office, due isole dei bambini, con giochi e attrezzature idonee ai più piccoli, un anfiteatro nell’area a sud-est priva di alberi, pensato per sostare, riposarsi e partecipare a spettacoli, e un “percorso vita”, 12 stazioni per il fitness e la cura del corpo, adatte a persone di tutte le età e capacità fisiche.

«Questo lungo e difficile periodo di emergenza sanitaria – ha dichiarato in una nota l’assessore regionale all’Ambiente Anna Grazia Maraschio – ci ha resi ancor più consapevoli di quanto siano necessarie e fondamentali le aree verdi all’interno delle nostre città. Il Parco del Galateo è un nuovo grande giardino multifunzionale situato nel cuore di Lecce, progettato per guardare alle esigenze di un intero quartiere: rappresenta il primo qualificante progetto di un più ampio piano di rigenerazione urbana per il Comune di Lecce. L’ex area ospedaliera, che per anni è stata una fetta di città dimenticata, è infatti pronta ad assumere una veste nuova e rievocativa, sulla quale la Regione Puglia ha investito oltre 3 milioni e 700mila euro. Lo studio di riconversione dell’immobile è infatti candidato al Pinqua (Programma innovativo nazionale per la qualità dell’abitare) per reperire le risorse utili alla realizzazione di 70 alloggi diversificati tra social housing, alloggi per studenti, spazi comuni e servizi per il quartiere».

Articoli correlati