Input your search keywords and press Enter.

Le scogliere di Grottammare

Grottammare (AP), le quattro scogliere emerse della costa nord

Un urgente intervento di manutenzione straordinaria si è reso necessario, in provincia di Ascoli Piceno nelle Marche, per quattro scogliere emerse a nord del comune di Grottammare, in zona Torbà. La Determinazione dei Lavori Pubblici comunale parla chiaro. Una Deliberazione del Consiglio immediatamente eseguibile. Un importo complessivo di 120mila euro per la realizzazione dell’intervento. Il parere favorevole degli uffici regionali e la disponibilità al finanziamento da parte della Regione Marche. Una priorità da considerare in tempi rapidi dato l’aggravarsi della situazione per via delle mareggiate invernali che hanno ulteriormente eroso la costa e danneggiato le strutture balneari prospicienti. Di qui la scelta del contraente, secondo le disposizioni di legge, con procedura negoziata senza previa pubblicazione del bando di gara, mediante consultazione di cinque operatori economici. E di qui, la notizia per fonte comunale dell’aggiudicazione provvisoria alla ditta F.I.M. EDIL Srl di Altidona (FM) per la realizzazione del progetto di rafforzamento delle quattro scogliere emerse della costa nord e parallele alla pista ciclabile Grottammare-Cupra.

Come si diceva l’opera, che a dicembre 2012 aveva visto lo stanziamento di un contributo regionale di 120.000 euro per i lavori, è finanziata dalla Regione Marche e rientra tra le attività di manutenzione straordinaria sollecitate dall’amministrazione comunale anche a seguito delle mareggiate del novembre 2012 che avevano ulteriormente aggravato lo stato dell’arenile, causando ingenti danni, sia in termini di erosione costiera, sia in termini di danneggiamento all’attigua pista ciclabile.

La mantellata sul lungomare nord di Grottammare

Dopo il parere favorevole della Regione Marche – Servizio Infrastrutture Trasporti ed Energia, del marzo scorso, alla realizzazione dei lavori in argomento e l’approvazione da parte della giunta comunale del progetto definito predisposto dal gruppo interno di progettazione, nel corso del mese di maggio l’ufficio Lavori pubblici aveva attivato la procedura di appalto.

Tra le cinque ditte (individuate nell’apposito elenco di operatori economici ammessi a tali procedure di gara) invitate a partecipare, l’impresa fermana si è aggiudicata il lavoro con un ribasso del 6,30%. Il costo complessivo dell’opera ammonta pertanto a 110.734,03 euro.

Per quanto riguarda, invece, l’annunciato ripascimento della spiaggia a sud della foce del torrente Tesino, tutti gli enti esterni coinvolti nella procedimento (ARPAM, Capitaneria di Porto, Servizio regionale Difesa della costa, Ufficio regionale all’Ambiente) hanno risposto favorevolmente alla realizzazione del progetto e dopo l’arrivo dell’ultimo parere, il 28 maggio, è stata avviata la procedura per l’individuazione dell’impresa che si occuperà dei lavori. Il ripascimento interesserà una lunghezza di 265 metridi spiaggia, dove verranno depositati 5000 metri cubi di sabbia sottomarina. Al lavoro, il nuovo sindaco di Grottammare, Enrico Piergallini, insediatosi dalle recenti elezioni comunali.

 

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *