Le Olimpiadi e i Mondiali di Rio parleranno pugliese?

Raffaele Petruzzelli è il concorrente andriese che propone un gadget ufficiale per Olimpiadi e Mondiali che si svolgeranno a Rio tra pochi mesi

Alzi la mano chi non vorrebbe andare a godersi, in superlativo stile carioca, il Campionato Mondiale di calcio a giungo prossimo e i – sicuramente – fantasmagorici Giochi Olimpici e Paraolimpici del 2016 a Rio de Janeiro: bene, a chi avrà la fortuna di andare a godersi queste feste dello sport chiediamo solo di tornarsene in Italia con un souvenir tutto particolare: un braccialetto firmato da un talento italiano, anzi pugliese, anzi di Andria (BAT) per la precisione del fashion design. Solo che tutto questo sarà possibile se parteciperemo in massa a un concorso indetto dal quotidiano brasiliano O Globo (che è anche tra le reti televisive più famose di oltreoceano), concorso che chiede di votare il gadget più significativo per il soggiorno a Rio, sede ufficiale dei Mondiali e delle Olimpiadi.

Estive no Rio e lembrei de voce” che significa “Sono stato a Rio e mi son ricordato di te”, questo è il titolo del concorso e tra i 10 selezionati per la finale c’è proprio un pugliese. È Raffaele Petruzzelli, 36 anni, designer di gioielli e accessori (tra le sue collaborazioni, quelle con Morellato e Fendi) docente per molti anni all’Istituto Europeo di Design (IED) di Roma malgrado la giovane età e da due anni in Brasile dove mantiene la sua collaborazione con lo IED e col più prestigioso gruppo di moda del posto.

Il braccialetto “Lembrareia” partecipa al concorso “Estive no Rio e lembrei de voce” che significa “Sono stato a Rio e mi son ricordato di te”

Il gadget realizzato da Petruzzelli si chiama Lembrareia (souvenir); è un braccialetto in silicone coloratissimo, e non poteva essere altrimenti – assai curato nelle sue qualità («è economico, anallergico, resistente, a prova di acqua, leggero, dal design contemporaneo e unisex», spiega Petruzzelli nella scheda di presentazione del gadget in gara). Un braccialetto pensato, insomma, per fare tutt’uno con le braccia sollevate in aria per festeggiare le vittorie (soprattutto quelle italiane aggiungiamo noi) e creare una “ola” coloratissima. Lasciamo la parola a Petruzzelli che spiega come gli è nata l’idea del braccialetto: «La mia idea è nata quando ho visto un amico che conservava un po’ di sabbia per ricordare le spiagge più belle dove era stato in vacanza; la particolarità del progetto è che in un bracciale di silicone si racchiudono le principali attrazioni di Rio de Janeiro: il Cristo Redentor, gli archi della Lapa (zona centrale), o Pao de Acucar (il Pan di Zucchero) e la famosa spiaggia di Copacabana con il suo inconfondibile disegno a onde sul marciapiede. Il mio amico metteva la sabbia in un sacchettino di plastica e li è nata l’idea di creare un contenitore per questa sabbia, ovviamente un oggetto esteticamente gradevole da vedere e da indossare. L’aspetto principale è che il turista può comprare, a un valore ragionevole, un gadget nel quale conservare un po’ di sabbia della spiaggia che preferisce della città meravigliosa e portarsela con sé, ovunque, potendo vedere nel fondo il disegno di Copacabana: il tutto in maniera più “modaiola”, passatemi il termine».

Come fare per sostenere il talentuoso Petruzzelli? Basta andare sul sito di O Globo, cercare il nome di Raffaele Petruzzelli e cliccare la parola “Votar” in basso a destra. Buona fortuna!

 

[nggallery id=”300″]

Articoli correlati