Input your search keywords and press Enter.

Le “frisedde” leccesi alla Giornata Mondiale dell’Alimentazione

Il 16 ottobre è la Giornata Mondiale dell’Alimentazione.  La FAO, l’Organizzazione delle Nazioni Unite per l’Alimentazione e l’Agricoltura, insieme con tutte le organizzazioni nazionali e internazionali che si occupano del grave problema della fame nel mondo forniranno i dati che ne fotografano lo stato drammatico. La Giornata Mondiale dell’Alimentazione è un’occasione per stimolare la sensibilità e le coscienze di governi e gente comune per tenere sempre accesi i riflettori su una delle più grandi piaghe dell’umanità.

In questo contesto, il gruppo di GPace, Giovani per la Pace, insieme con i promotori della Dieta Med-Italiana (entrambi costituiti da studenti dell’Istituto “Galilei Costa” di Lecce) hanno pensato di fare qualcosa di concreto e di utile e hanno colto l’occasione di questa Giornata per annunciarlo: una raccolta di fondi destinati alla produzione della “frisedda” e la spedizione di grandi quantità di friselle nei posti di maggiore bisogno.

La frisedda, o frisella, salentina è un pasto povero, rurale, molto utilizzato dai contadini durante i lavori in campagna per via di alcune sue particolarissime caratteristiche. I giovani di GPace hanno pensato che possa rappresentare una, seppur piccola, soluzione per i popoli che soffrono la fame. La frisedda costa pochissimo, sfama, è realizzata con poco (farina, lievito naturale, acqua e sale), si conserva a lungo, è facilmente trasportabile ed è… ecosostenibile.

Contemporaneamente alla raccolta fondi, sono state contattate sia le associazioni di categoria salentine per garantire il supporto nella produzione delle frisedde sia le organizzazioni che operano già da tempo nel procurare e far giungere a destinazione cibarie e derrate. Impegno dei GPace, inoltre, è quello di formare un gruppo di fornai locali da inviare in quelle aree depresse, dove è garantita una pur minima quantità di acqua, per portare sul posto il know how necessario per produrre in autonomia le frisedde. “Dai un pesce ad un uomo affamato e lo sfami per un giorno; insegnagli a pescare e lo sfamerai per tutta la vita”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *