Input your search keywords and press Enter.

Le decisioni della Ue sui formaggi Dop

E’ stato raggiunto a Bruxelles l’accordo sulla programmazione produttiva delle produzioni casearie DOP (Denominazione d’Origine Protetta). L’approvazione della proposta, avanzata dai consorzi di Tutela dei principali formaggi italiani a denominazione d’origine protetta e da quelli dei produttori di formaggi Dop francesi, dimostra la crescente importanza del Parlamento europeo nelle decisioni che saranno prese sulla Pac e l’assoluta rilevanza degli orientamenti della Comagri, presieduta da Paolo De Castro. Si chiude in maniera favorevole una vicenda che per anni ha visto impegnati in un duro confronto con le istituzioni comunitarie l’amministrazione italiana, i consorzi di tutela e le rappresentanze del mondo produttivo.

D’ora in poi i formaggi a denominazione d’origine potranno programmare la produzione in funzione del prevedibile andamento della domanda, evidenzia Confagricoltura, secondo la quale “con l’adozione della misura che rappresenta un elemento di assoluta importanza per una gestione ottimale della produzione, i consorzi di tutela potranno operare non solo per evitare il susseguirsi di quelle pericolose oscillazioni quantitative che hanno negli anni passati segnato l’andamento economico del settore, ma anche per governare più agevolmente il mercato a tutela dei consumatori, per una migliore valorizzazione della qualità del prodotto ed una più marcata salvaguardia degli interessi della filiera”.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *