Input your search keywords and press Enter.

L’architettura Made in Italy alla Biennale di Venezia

L'architetto Luca Zevi curerà il Padiglione Italia della Biennale di Venezia

La 13^ Mostra Internazionale di Architettura della Biennale di Venezia in programma dal 29 agosto segnerà l’esaltazione dell’architettura industriale Made in Italy, con una significativa scelta di aziende che hanno dato un tono particolare alle loro strutture.

Quella di Venezia è la più importante mostra di architettura in Europa e una delle più prestigiose del mondo; nell’ultima edizione del 2010 ha avuto oltre 170.000 visitatori e quest’anno vedrà la presenza di padiglioni espositivi di 55 Paesi. Il ministero per i Beni Culturali e Ambientali ha affidato a Luca Zevi la curatela del Padiglione Italia, selezionando la sua proposta tra 10 progetti di 10 architetti italiani chiamati a presentare un progetto espositivo. Il nucleo centrale dell’esposizione, realizzata in collaborazione con il suo staff e all’IN/ARCH Istituto Nazionale di Architettura, è rappresentato da una mostra delle Architetture del Made in Italy, come riflessione sul rapporto tra industria, architettura e territorio o, per dirla in termini più generali, tra cultura ed economia.

Lo stabilimento della Listone Giordano a Miralduolo Torgiano (PG)

L’obiettivo è di mostrare al pubblico come alcuni marchi di eccellenza del made in Italy, abbiano scelto di costruire i luoghi di lavoro secondo un progetto architettonico d’eccellenza, facendo nascere così strutture attente alla poetica dei luoghi e degli oggetti, alla vita delle persone, alla sostenibilità ambientale. Così viene presentato un modello virtuoso del “fare impresa”, che però rappresenta ancora una scelta di nicchia ma che contribuisce a creare nuovi paesaggi in un territorio contemporaneo caratterizzato – e spesso devastato – da un forte decentramento delle unità produttive. Il Padiglione Italia documenterà, così, un rapporto tra architettura e industria che, spesso sconfitto sul terreno dei grandi sviluppi territoriali e urbani, ha continuato a svilupparsi in maniera sporadica ma significativa grazie alle aziende che hanno tenuto alto il prestigio della produzione italiana nel mondo. Per tutte queste ragioni Luca Zevi ha scelto di esporre, tra le altre, lo Stabilimento dell’azienda Listone Giordano a Miralduolo Torgiano (Perugia) caricata in media progettato dall’arch. Filippo Raimondo Studio ABDR, ritenendolo un esempio altamente significativo di architettura del made in Italy.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *