Input your search keywords and press Enter.

L’appello del Wwf per gli incidenti in mare

Negli ultimi 3 mesi si sono verificati ben tre incidenti in mare: quello della Gorgona, con la perdita di fusti tossici da una nave mercantile, in condizioni proibitive di mare; del Giglio, con una nave da crociera che s’incaglia perché “sfiora” la costa e di Siracusa con una nave cisterna che si incaglia per il mare in burrasca.

Questi casi – secondo il Wwf – dimostrano come in mare non sembra valere alcuna regola di prudenza. Per questo l’associazione ambientalista ha lanciato un doppio appello agli armatori perché adottino volontariamente regole più severe per garantire la sicurezza degli equipaggi e la sicurezza ambientale e facciano un’adeguata formazione del personale; al Ministero dei Trasporti che deve garantire la sicurezza in mare, affinchè le Capitanerie di Porto possano intervenire con maggiore efficacia per prevenire e reprimere comportamenti che possono mettere a rischio vite umane e l’ecosistema marino.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *