Lame, caverne, boschi e gravine: gli eventi dell’Ecoweekend tra natura e libertà

Il Gargano delle caverne

Un nuovo Ecoweekend tra visite guidate, escursioni e gite all’aperto. Nel primo fine settimana di marzo, tra timori di nuove restrizioni e limitazioni, cresce la voglia di libertà e natura.

Resta, come sempre, l’invito a evitare assembramenti, rispettare le regole di distanziamento sociale e contattare i promotori delle iniziative per conoscere le modalità di partecipazione agli eventi.

Per promuovere la propria attività e comunicare le iniziative per la rubrica Ecoweekend si può contattare la nostra redazione, inviando una mail a: redazione@ambienteambienti.it o fulviodigiuseppe@gmail.com

La gravina di Laterza

La Gravina di Laterza

Sabato 6 marzo escursione lungo il ciglio della gravina di Laterza, il canyon più grande d’Europa. Dal Palazzo Marchesale si supera a piedi il ponte di San Vito per percorrere il sentiero che si sviluppa lungo l’imponente canyon, tra voli di corvi imperiali e di poiane, canti di scriccioli e di passeri solitari, alla ricerca delle prime fioriture primaverili come quelle delle rare orchidee selvatiche e del giaggiolo siciliano. E si conoscerà la natura selvaggia e la sorprendente biodiversità del Parco Naturale Regionale Terra delle Gravine. Info 366.5999514

Sui luoghi del Tarantiano

Nel fine settimana appuntamento anche nei Luoghi del Tarantiano. Sabato 6 marzo alle 15 è in programma una camminata storica, geologica, naturalistica e paesaggistica tra il poggio del Mar Piccolo, masseria Le Lamie, l’ansa del canale d’Aiedda e il convento dei Battendieri. Info 3274557909

Biodiversi-Trek

Un percorso per tornare a respirare la natura di Torre Guaceto, sulle tracce della Biodiversità che rende questa Riserva Naturale conosciuta in tutto il mondo. Domenica dalle 9.30 è previsto un Biodiversi-trek.

Si percorrerà la linea di costa, perdendosi nella macchia mediterranea, prima di raggiungere l’Antica Torre di Guaceto e terminare con la scoperta della zona umida, luogo di riposo degli uccelli in migrazione.

Il percorso sarà guidato da una delle guide ambientali esperte e qualificate della Cooperativa Thalassia, che saprà segnare il cammino, garantire la sicurezza e raccontare l’anima nascosta di un luogo d’incanto, passo dopo passo. Info 331.9277579.

Il Balcone delle Murge

Domenica appuntamento firmato Segnavia Eco Trek, PugliaExperience e Alessandro Perrone Tour Guide. Un’escursione sull’altopiano di Cisternino, lungo il confine fitogeografico di lecci vetusti e fragni centenari.

Viste invidiabili su distese di ulivi secolari che incontrano il mare Adriatico. Un percorso agile in cui si alternano velocemente suggestivi paesaggi tra boschi, tratturi, piccole gravine e caratteristici trulli. Un’esperienza polisensoriale per riconoscere e apprezzare i profumi delle essenze della macchia mediterranea e del sottobosco. Info 3897876084

Il Gargano delle caverne

Le visite di Gargano Natour

Un percorso a tappe nella storia dell’uomo, dalla preistoria ai giorni nostri: si va nel territorio di Cagnano Varano per visitare piccole caverne come quelle di Tommasuccio (o Tommasone) che, grazie ad alcuni graffiti, testimoniano la presenza dell’uomo qui da decine di migliaia di anni, o ancora come i “Pannoni”, inaspettate grotte a picco sul Lago di Varano utilizzate nel medioevo come abitazioni e luoghi di ricovero degli attrezzi di pesca.

Si conclude la mattinata nella Grotta di San Michele Arcangelo di Cagnano Varano, meno nota di quella di Monte Sant’Angelo e, a differenza di questa, dall’aspetto molto più naturale ma ugualmente suggestiva e frequentata, probabilmente senza soluzione di continuità, dalla preistoria fino ai giorni nostri.

Si approfondisce, così, la conoscenza dell’intricato culto di San Michele Arcangelo, protettore della Provincia di Foggia (ne è il simbolo ufficiale) e sintesi del sincretismo tra cristianesimo e religioni pagane, capo delle milizie celesti e colui che, secondo le credenze popolari, combatte il diavolo nelle grotte del Gargano provocando terremoti.
Info garganonatour.it

Escursione botanica con Murgia Enjoy

L’associazione Murgia Enjoy propone per domenica 7 marzo una full-immersion in una natura incontaminata nella quale sarà possibile osservare piante di sottobosco, conifere e latifoglie oltre ad un ampio panorama. L’attività si svolgerà grazie alla disponibilità di un socio che, da decenni, cura con amorevole passione il suo bosco privato nel quale è presente anche una masseria. Durante il percorso, i partecipanti potranno osservare un’ampia varietà di piante e ascoltare i racconti di chi ha fortemente voluto creare quest’oasi.

L’incontro dei partecipanti, ai quali sarà distribuito gratuitamente materiale informativo del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, è previsto sul piazzale del Convento di Cassano alle ore 9:00 di domenica. Info 3283130450.

Castelli all’orizzonte

La Scalata del Garagnone, con i castelli all’orizzonte. È la proposta di Puglia trekking per sabato 6 marzo, con raduno in località Poggiorsini, per una visita sull’altipiano della Murgia.

Si va alla scoperta di luoghi assopiti, immobili nella loro bellezza senza tempo. Il loro fascino consiste spesso nel loro isolamento, circondati da ettari di pseudo steppa e vasti campi coltivati. Da qui nasce l’idea di un trekking di tipo “raid”, una veloce esplorazione di una piccola area nelle sue caratteristiche più affascinanti e cogliendo il massimo dell’esperienza che può dare.

Una scalata facile, verso la Rocca e il Castello del Garagnone, antichi avamposti Normanni, fino a conquistarne la vetta e a godere dell’immenso spazio sulla fossa Bradanica nel momento del crepuscolo. Info 347.11.52.492

Tra mare e lame

Domenica a Ostuni in viaggio verso le lame con Puglia trekking. Un itinerario per conoscere la zona di costa tra la piana degli uliveti sino al mare, dove le acque hanno creato un suggestivo scrigno di biodiversità della lama e immettendosi nell’Adriatico lambiscono un tratto di costa molto suggestivo e che dà origine ad un ecosistema magnifico, quello delle dune costiere. Gli habitat sono molteplici, racchiusi tutti nella stessa zona. Sono luoghi che ancora sonnecchiano immersi nella pace. Info 347.11.52.492

Naturalmente Salento a Castro

Naturalmente Salento a Castro

Naturalmente Salento propone un itinerario a Castro per domenica 7 marzo. Dalle 10, trekking guidato lungo i sentieri del Parco Naturale Otranto-Leuca che passando da Castro e Marittima, conduce verso il Canyon dell’Acquaviva.

Si visitano Castro e il centro storico, il Castello e il Museo di Archeologia. Si cammina lungo il periplo delle mura della città vecchia, l’antica “Castrum Minervae” e il panoramico “Sentiero delle Muraglie”, visitando il Parco delle Querce dove ci si ferma per un laboratorio naturalistico. E ancora, il Sentiero di Minerva proseguendo in direzione Marittima con un trekking panoramico del Parco Naturale, esplorando i sentieri naturalistici. Info 338.7799477.

Trekking del “Cristo della Panoramica”

Tra i tradizionali appuntamenti del fine settimana targato Cooperativa Serapia, c’è una novità nel trekking panoramico tra la monumentale piana olivetata e l’aspra scarpata calcarea della Murgia di sud-est.

Raduno domenica nella Masseria Conchia (info 347.0081412), per un percorso tra antiche edicole Mariane, muretti a secco, jazzi e masserie fortificate.

Si risale poi la scarpata murgiana, costellata da piccole grotte di origine carsica, attraverso un antico tratturo, utilizzato in epoche remote dai pastori per la transumanza, che porterà attraverso una lussureggiante macchia mediterranea, ad ammirare l’opera del maestro Vincenzo Mandriota “Il Cristo della Panoramica” che dal 1982 sfida il tempo issata su quello sperone di roccia ai piedi del Monte San Nicola. Qui i fedeli si recano di tanto in tanto per una preghiera e i turisti per una foto panoramica da quella singolare balconata naturale che si affaccia sulla piana degli ulivi e sul mare Adriatico.

Luoghi mistici, immersi nella più selvaggia natura della Murgia del sud-est, ci aspettano dove il tempo sembra sospeso tra cielo e terra.

PugliArte

Diversi, come da tradizione, gli appuntamenti firmati PugliArte. Ecco i principali immersi nella natura.

Sabato 6 alle 10 “Puglia Archeo Trekking – Le Pietre Tagliate”. Un viaggio a ritroso nel tempo attraverso un territorio caratterizzato dalle tipiche ondulazioni del paesaggio carsico dovute alla presenza di lame e doline tra i bassi dossi arrotondati. Si passeggia nel bosco di conifere sino ad arrivare allo “Jazzo Pietre Tagliate” un gioiello di architettura rurale, con ben visibili ancora i muretti perimetrali, il casolare, le pietre paralupi ed il mungituro.  Punto d’incontro:  bosco comunale di Bitonto.

Domenica alle 10 altro archeotrekking ma con “La costa dei pastori – Costa Ripagnola“, percorrendo i sentieri lungo la costa di Polignano. Si scoprono così luoghi meravigliosi caratterizzati dall’autentica bellezza della costa frastagliata pugliese ricca di insenature e di tesori nascosti, soprattutto di interesse archeologico.  Punto d’incontro: Cala Fetente.

Domenica alle 17 appuntamento con la “Bari Floreale: passeggiata tra le architetture fiorite, ghirlande e maschere”. La passeggiata nella Bari più elegante si contraddistingue per leggerezza, decoro, giochi floreali e utilizzo di materiali più svariati. Biglietto da visita è il portone di palazzi sorti agli inizi del ‘900 che racconteranno la storia di una classe sociale emergente che strizzava l’occhio alla nobiltà.
Info e prenotazioni: info@pugliarte.it o 3403394708

Articoli correlati