L’altra Puglia a Libri nel Borgo Antico

Il Club per l’UNESCO di Bisceglie presenta domenica 27 agosto a Bisceglie Ruggiero Maria Dellisanti e  Annalisa Molfetta,  autori del libro  “L’altra Puglia – In viaggio tra monti, fiumi, laghi e foreste”. Modera l’incontro Lucia Schinzano, direttrice di Ambient&Ambienti

 

La Puglia, territorio apprezzato prevalentemente per le coste, i beni culturali e i borghi, ha anche un grande patrimonio di fiumi, monti, laghi, boschi e foreste. Tutto questo viene raccontato in una maniera originale e interessante a Bisceglie a “Libri nel borgo antico”, il festival letterario organizzato dall’Associazione “Borgo Antico” di Bisceglie, giunto alla XIV edizione, domenica 27 agosto, ore 20:00, in piazza Tre Santi a Bisceglie. Il libro è L’ altra Puglia — In viaggio tra monti, fiumi, laghi e foreste  (Stilo Editrice), ed è scritto a quattro mani da Ruggiero Maria Dellisanti e  Annalisa Molfetta. A proporlo alla platea di un pubblico sempre interessato alla kermesse letteraria biscegliese è il Club per l’UNESCO di Bisceglie, nell’ambito del programma “Agire l’Agenda 2030”.

Il libro

L‘altra Puglia propone racconti di viaggio, box naturalistici e immagini che attirano l’attenzione su luoghi di grande bellezza. L’opera è suddivisa in tre sezioni: Capitanata, Terra di Bari, Terra d’Otranto. Per ognuna di esse è stato redatto un racconto in cui i lettori possono facilmente immedesimarsi. I tre racconti sono corredati da 51 schede di approfondimento, che permettono di conoscere le caratteristiche naturalistiche dei luoghi. Arricchiscono il testo 80 immagini provenienti dalla tradizione pittorica pugliese e dalle sperimentazioni di giovani artisti contemporanei; in alcuni casi si è fatto ricorso a rielaborazioni grafiche di foto d’autore. La traduzione in lingua inglese rende questo volume di facile lettura anche ai cittadini stranieri che, sempre più numerosi, accorrono nel territorio pugliese.

Gli autori

Ruggiero Maria Dellisanti è nato e vive a Barletta. Geologo e insegnante, ha coniugato la professione con l’insegnamento, riuscendo a divulgare l’ambiente e il territorio attraverso numerosi articoli, saggi, racconti, poesie e romanzi. I suoi studi e le sue ricerche  hanno rappresentato la base per la riscoperta geologica, ambientale e turistica del fiume Ofanto, attraverso la pubblicazione di due saggi e di una guida turistica sul Parco Regionale del fiume Ofanto. E’ stato tra gli scopritori di un importante gruppo di sei ipogei carsici rinvenuti nel territorio di Minervino Murge. Uno di questi ipogei da lui scoperti e inseriti nel catasto regionale delle cavità carsiche, porta il suo nome. Per la sua attività nella diffusione di cultura, conoscenza e coscienza ambientale, soprattutto verso le nuove generazioni, ha ricevuto dal Capo dello Stato l’onorificenza di Cavaliere (2000) e di Commendatore (2009) dell’Ordine al Merito della Repubblica.

Annalisa Molfetta vive e lavora in provincia di Foggia. Collabora con la Stilo Editrice di Bari, concentrandosi sulla letteratura meridionale, su alcuni momenti poco conosciuti della storia antica e sulla valorizzazione del territorio pugliese tramite alcune guide storico-naturalistiche. Nel 2017, il romanzo inedito Lo scrigno delle cicale, riguardante il confino alle Isole Tremiti degli omosessuali durante il regime fascista, vince il premio ‘S’Illumina – Nuove opere’ indetto dalla Siae e dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali. Dal 2020 lavora nell’ambito dell’editoria scolastica.

La presentazione del volume L’altra Puglia  sarà introdotta da   Pina Catino – Presidente Club per l’Unesco Bisceglie    che farà riferimento ai Goal in Agenda 2030. Modera l’incontro Lucia Schinzano, direttrice del web Magazine Ambient&Ambienti.

Articoli correlati