L’Acquedotto Pugliese sostituisce i vecchi contatori dell’acqua

E’ stato dato il via al Piano triennale di sostituzione dei vecchi contatori dell’acqua, promosso dall’Acquedotto Pugliese. Il programma prevede la sostituzione programmata di 250 mila misuratori d’utenza in tutti i comuni delle province di Taranto, Brindisi e Lecce per un valore di materiali, lavori e servizi di circa 20 milioni di euro. Sarà suddiviso in due ambiti territoriali (Puglia nord e Puglia sud). I nuovi contatori consentiranno una gestione più efficiente in termini di minori perdite di pressione di rete ed efficienza del ciclo di lettura producendo vantaggi anche per i cittadini che disporranno in maniera gratuita di apparecchiature efficienti ed affidabili con le quali poter eseguire agevolmente l’auto-lettura.

“Minori perdite ed eliminazione del rischio bollette salate – ha commentato Fabiano Amati, assessore alle Opere Pubbliche della Regione Puglia – è lo scopo dei lavori di sostituzione dei contatori che abbiamo avviato. Non è secondario sottolineare che l’opera è un ulteriore tassello del programma di investimenti di Acquedotto pugliese che continua senza sosta”. Già nel quadriennio 2008-2011, infatti, l’ente acquedottistico aveva portato a termine con successo un programma di sostituzione di circa 400 mila vecchi contatori su tutto il territorio regionale. I nuovi contatori sono certificati secondo la recente direttiva europea riguardante gli strumenti di misura e predisposti per la tele lettura.

“E’ con grande soddisfazione – ha commentato Ivo Monteforte, amministratore unico di Acquedotto Pugliese – che tagliamo il nastro a questo secondo piano triennale che testimonia l’impegno della nostra azienda per una gestione sempre più efficiente della rete. Acquedotto Pugliese si dimostra, ancora una volta, una realtà all’avanguardia nel Meridione e sempre attenta ai bisogni dei suoi utenti”.

Articoli correlati