Input your search keywords and press Enter.

La tigre di Sumatra rischia l’estinzione

A causa della distruzione delle foreste pluviali dell’Indonesia, le ultime tigri di Sumatra, ne sono rimasti solo quattrocento esemplari, sono costrette ad avvicinarsi sempre di più agli insediamenti umani dove restano vittima delle trappole per la cattura dei cinghiali. Ogni anno, solo nella provincia di Riau, 1.600 kmq di foresta, una superficie superiore all’intera area urbana di Roma, sono distrutti a causa della produzione di polpa di cellulosa e olio di palma necessarie alla produzione di carta usa e getta oppure packaging per i giocattoli di Mattel, Disney e Hasbro.

A commettere questi crimini forestali è la multinazionale APP (Asia Pulp and Paper), già molte volte denunciata per la devastazione delle foreste indonesiane e dell’habitat della tigre, senza però alcun risultato.

Greenpeace, da anni si batte anche per proteggere le foreste indonesiane e le ultime tigri del pianeta; gli ambientalisti stanno facendo pressione sulle aziende citate affinché interrompano completamente i loro legami commerciali con la APP. Un attivista di Greenpeace ha girato un filmato nella foresta di Sumatra, al seguito di un ufficiale forestale andato in soccorso di una tigre rimasta intrappolata per una settimana.

Per vedere il filmato clicca sotto

https://sostieni.greenpeace.it/landings/deforestazione_tigre/

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *