La Puglia promuove la mobilità ciclistica

Dal 20 al 22 febbraio 2015 si tiene a Bari alla Fiera del Levante, BIP – Bici in Puglia EXPO 2015, il primo salone specializzato della bicicletta

“Intermodalità e Mobilità Ciclistica in Puglia: accessibilità, turismo, economia” è il tema dell’incontro pubblico che si terrà a Bari, venerdì 21 febbraio, in Fiera, presso la sala convegni della Regione, padiglione 152, con inizio alle 9,00 per iniziativa dell’assessorato alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia.

L’incontro, organizzato nell’ambito del progetto di cooperazione transfrontaliera INTERMODAL di cui la Regione Puglia è partner di progetto, è finanziato con fondi del programma IPA  ADRIATIC CBC 2007-2013. Si svolge all’interno  di BIP – Bici in Puglia EXPO 2015, primo salone specializzato della bicicletta che si tiene alla Fiera del Levante dal 20 al 22 febbraio a cura della società Snim Srl di Brindisi.

Giovanni Giannini

L’iniziativa, tecnicamente un “Intermodal public local mobility board” a cura della Regione, si propone di fare il punto, ai sensi della legge regionale sulla mobilità ciclistica n. 1/2013, sul cicloturismo in Puglia, sia quale forma di accessibilità sostenibile del territorio che di valorizzazione e sviluppo economico delle aree meno battute e marginali. Si parlerà di Ciclovia dell’acquedotto, itinerari ciclabili della Valle d’Itria, progetto della Ciclovia dei due laghi di Lesina e Varano, di trasporto integrato bici+treno. Le conclusioni saranno affidate all’assessore alle Infrastrutture e Mobilità della Regione Puglia Giovanni Giannini.

Il progetto INTERMODAL (Intermodality Model for the Development of the Adriatic Littoral Zone), riguarda l’individuazione di soluzioni e strategie di trasporto intermodale (utilizzo combinato di vari mezzi di trasporto come bici più treno) da individuare sull’area costiera, sia per decongestionare il traffico che subisce un sovraccarico specie nella stagione estiva, sia per offrire valide alternative che possano essere, tra l’altro, replicate  anche in altri contesti, a favore della mobilità urbana e turistica intermodale e che abbiano anche una valenza transfrontaliera. Tra le altre iniziative finanziate dal progetto, la gestione sperimentale del primo cicloparcheggio coperto, sicuro e custodito di tutta la macroregione adriatico-ionica centro meridionale, che aprirà i battenti prima dell’estate nei locali alla strada della FAL in Corso Italia a Bari.

Articoli correlati