Input your search keywords and press Enter.

La nuova vita dei pneumatici

Lo scorso 24 aprile presso il Fit Village di Acciaroli sono stati inaugurati due i campi sportivi in gomma riciclata da Pneumatici Fuori Uso; i campi sono stati donati al Comune di Pollica da Ecopneus, la società senza scopo di lucro tra i principali responsabili della gestione dei Pneumatici Fuori Uso in Italia.

Realizzati con la collaborazione delle aziende Geos, MGM e RAF, i campi contengono la gomma da riciclo ottenuta dal trattamento di circa 165 tonnellate di Pneumatici fuori uso (l’equivalente in peso di oltre 18.000 pneumatici per autovettura). Ecopneus, in Campania come nel resto d’Italia, coordina le operazioni di rintracciamento, raccolta, trattamento e recupero dei Pneumatici Fuori Uso da cui si ottiene principalmente gomma da riciclo impiegata per realizzare asfalti “modificati”, isolanti acustici, arredi urbani e superfici sportive come quelle realizzate a Pollica. Nel 2015 sono state raccolte solo in Campania 22.887 tonnellate di Pneumatici Fuori Uso, di cui 9.812 t nella provincia di Napoli, 6.385 nel Salernitano, 3.387 a Caserta, 1.842 ad Avellino e 1.461 a Benevento. Anche nel 2016 proseguono in linea i prelievi presso gommisti, stazioni di servizio e autofficine in tutta la Regione, con oltre 5.000 tonnellate già raccolte nel primo trimestre.

“A Pollica abbiamo realizzato un intervento come esempio di circular economy per uno sport sostenibile e dalle massime prestazioni. – ha dichiarato Giovanni Corbetta, Direttore Generale di Ecopneus –  Un’ulteriore conferma dell’impegno che, da anni, Ecopneus porta avanti per il consolidamento dei mercati di impiego della gomma riciclata da PFU. Crediamo fermamente in un modello di sviluppo sostenibile capace di generare impatti positivi sul territorio e per la comunità”.

pneumatici

Sono due i campi sportivi in gomma riciclata donati al Comune di Pollica da Ecopneus

Nello specifico, a Pollica, la gomma riciclata da PFU è stata utilizzata per realizzare un campo da tennis e uno da calcio a 7, quest’ultimo formato da un sottostrato antishock in gomma da riciclo su cui è stata posata dell’erba sintetica con intaso in granulo di gomma nobilitato e sabbia. Queste superfici garantiscono prestazioni anche migliori rispetto i campi in erba naturale: minore necessità di manutenzioni come il taglio dell’erba, l’irrigazione, la concimazione, i trattamenti fito-sanitari, la ri-seminatura; la possibilità di giocare tutto il giorno e in tutti i giorni; l’uniformità della superficie (senza avvallamenti, zolle sollevate, pozzanghere); la resistenza alle differenti condizioni atmosferiche e stagionali (ad esempio drenando immediatamente e totalmente l’acqua piovana).

Anche il campo da tennis è stato realizzato partendo da un materassino antishock in gomma riciclata colato in opera, che ha la funzione di donare elasticità alla superficie consentendo allo stesso tempo un ottimale ritorno elastico all’atleta. Su questo strato è stato poi posato un manto in erba sintetica per garantire il necessario grip anche per gli “scambi” più impegnativi.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *