La notte europea della ricerca, tre giornate di eventi online

Foto di RAEng_Publications da Pixabay

Dal 26 al 28 novembre, si concentrano dibattiti, incontri, appuntamenti rigorosamente online, per parlare di ricerca e imparare a comprenderne le dinamiche fondamentali per migliorare il nostro mondo

È tutto pronto. Da questa sera fino al 28 novembre si svolgerà la XV edizione della Notte Europea delle Ricercatrici e dei Ricercatori. In questo modo, la Commissione Europea promuove la ricerca in tutta Europa e sensibilizza l’opinione pubblica sull’attività fondamentale e sulla necessità della ricerca, necessaria per conoscere il mondo e migliorarlo. La Notte dei Ricercatori (https://www.nottedeiricercatori.it/), dal 2005, coinvolge migliaia di ricercatori e istituzioni di ricerca europei. Solo quest’anno, in Italia sono coinvolti 7 progetti per un totale di oltre 80 città.

Gli eventi di Torino

All’evento di quest’anno, solo a Torino parteciperanno oltre 500, tra ricercatori e ricercatrici, ci saranno 80 ore di live streaming, 25 ore di video on demand, 200 ore di live chat e 300 classi coinvolte per 85 proposte di attività per le scuole. In più un focus sui 17 obiettivi per la sostenibilità dell’Agenda 2030 Inoltre, incontri pubblici online, conferenze, panel, spettacoli, laboratori, esperimenti, maratone, quiz e giochi, organizzati con il Politecnico di Torino, i Centri di ricerca del territorio e i Musei cittadini. Al grande pubblico sono dedicati format di informazione e intrattenimento ideati per l’occasione in collaborazione con artisti/e e professionisti/e della divulgazione scientifica. È previsto anche un gioco a premi – La Notte dei Goal – che invita il pubblico a mettersi alla prova sui temi dell’Agenda 2030: in palio, oltre 200 Abbonamenti per i Musei del Piemonte e Valle d’Aosta e buoni acquisto da spendere nelle librerie del circuito COLTI – Consorzio Librerie Torinesi Indipendenti.

Le onde gravitazioni di Pisa

A partire dalle ore 16 del 27 novembre, evento online “Il Suono dell’Universo” mostrerà le onde gravitazionali, spiegherà cosa sono e come si comportano, ma sarà possibile anche parlare di Universo, sistema solare, Luna, i pianeti, grazie ai ricercatori di EGO, l’Osservatorio Gravitazionale Europeo. Il progetto Bright Night 2020 permetterà a EGO di aprire le porte a visite online, di conoscere il sistema Virgo, uno dei tre più grandi e sensibili rivelatori di onde gravitazionali al mondo, costituito da un interferometro laser, con bracci di 3 km, situato nella campagna vicino a Pisa, e di sentire il suono dell’Universo e di altri mondi.

Per partecipare alla visita del 27 novembre 2020 delle ore 11 (in italiano) , basta registrarsi qui: https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_I-sDXolGT92wcSUvnC8E_w.

Per partecipare all’evento delle ore 16, è possibile collegarsi alla pagina Facebook di EGO e Virgo o registrarsi al link per il Webinar Zoom (con la traduzione simultanea in italiano): https://us02web.zoom.us/webinar/register/WN_Y4jcQF91S52tgop5x8LsJQ.

MEETmeTONIGHT

Con l’evento MEETmeTONIGHT, Milano, Padova, Napoli, Caserta e altre città di Lombardia, Campania, Veneto e Lazio partecipano alla manifestazione europea sulla ricerca, riunendo sulla piattaforma https://www.meetmetonight.it/, il 27 e il 28 novembre, svariati appuntamenti, riconducibili a Salute, Humanities, Smart Cities, Sostenibilità e Tecnologia. Taglio del nastro, rigorosamente online, stasera alle 18.

Il progetto NET e Rai Play

Al Progetto NET dell’ENEA stanno invece partecipando Alessandro Gassmann, Mario Tozzi, Luca Mercalli, Gabriella Greison e Lorenzo Baglioni. Eventi e webinar dedicati al mondo della scuola, virtual tour nelle sedi degli enti e delle università, incontri con i ricercatori, laboratori e documentari. Dalle ore 19 del 27 novembre, la Notte dei ricercatori del network ScienzaInsieme – NET sarà disponibile anche sulla piattaforma digitale Rai Play. La sostenibilità ambientale è il filo conduttore. Cos’è, come funzione, cosa possiamo fare, quali sono le conseguenze dei nostri errori e perché dobbiamo cambiare rotta. Gli appuntamenti da seguire online si possono scegliere dal programma completo della Notte europea dei ricercatori: https://www.scienzainsieme.it/programma-2020-notte-dei-ricercatori/.

ENEA, tra edilizia sostenibile e Covid

Due eventi online il 27 novembre, tra le 15 e le 17 e le 20 e le 22.30, promossi dalla ricercatrice dott.ssa Vincenza Luprano di ENEA – CR Brindisi. Il primo riguarda la l’edilizia sostenibile. Che cos’è e perché oggi è fondamentale. Nell’ambito del progetto SOS, l’ENEA sta sperimentando lo sviluppo di pannelli strutturali multifunzionali, eco-sostenibili e intelligenti basati sull’utilizzo di materiali naturali di origine vegetale o animale come la canapa o la lana, che consentono di ridurre fortemente la CO2 in sostituzione di quelli di origine petrolchimica.

Il secondo argomento riguarda il Covid e la gestione della pandemia. Molti gruppi di ricerca ed aziende farmaceutiche stanno correndo per ottenere vaccini e test rapidi contro il coronavirus, mentre la ricerca medico-farmaceutica sta puntando sugli anticorpi monoclonali. L’obiettivo del webinar è di dare informazioni ai cittadini rigorosamente scientifiche, contrastando così le fake news e i comportamenti non consapevoli.

In entrambi i casi, l’accesso è libero per tutti, basta registrarsi gratuitamente ai seguenti link:

https://connect.portici.enea.it/e5ugkovoqvxy/event/registration.html

dopo la registrazione i partecipanti riceveranno un link per seguire l’evento online.

URL: https://www.enea.it/it/seguici/events/ern-apulia-2020/materiali-naturali-per-l2019edilizia- sostenibile-tra-sfida-e-realta

Per quanto riguarda il webinar sul Covid:

https://connect.portici.enea.it/e2a5m509dexo/event/registration.html

Articoli correlati