Input your search keywords and press Enter.

La mia summer school è diversa

Se è vero che l’anno scolastico si chiude solitamente in corrispondenza della prima decade di giugno, è altrettanto vero che “certe scuole” non chiudono mai i battenti. Infatti, parlare di summer school (“scuole estive”, per chi non avesse troppa dimestichezza con l’inglese) è ormai argomento consueto per tantissimi ragazzi italiani, in particolare delle scuole superiori: sono vacanze-studio estive, in Italia come all’estero, in cui i giovani (ma spesso anche gli adulti) approfondiscono la conoscenza di una lingua straniera o di taluni aspetti di una particolare disciplina; veri e propri momenti di formazione individuale, ma anche collettiva, poiché si incontrano persone di città, regioni, nazioni e culture diverse.

La nuova scuola promossa da Creta – Una summer school per certi versi inedita e di grandissimo interesse è quella sponsorizzata dal centro di ricerca Creta, di Pisa: il suo nome è Residenze Solari, e la tematica affrontata sarà quella delle energie rinnovabili e del relativo impatto e connubio con l’ambiente. «Con l’approvazione del Quarto Conto Energia del 5 maggio e lo scompiglio che ne è derivato tra gli operatori del settore  – dicono gli esperti – , il mondo delle rinnovabili nel nostro paese ha bisogno più che mai di poter fare il punto su quali siano le nuove condizioni, su dove si orienterà il mercato e su cosa puntare per il prossimo futuro»; per questo motivo le lezioni frontali – che si svolgeranno dal 22 al 25 settembre prossimi, con vere e proprie full immersion di 8-9 ore giornaliere – vogliono essere un modo per imparare come risparmiare soldi ed energia, trovare nuove occasioni di investimenti, e magari anche un settore in crescita e forte sviluppo dove poter lavorare.

Un corso per tutti e aperto a tutti – La felice caratteristica di questa scuola, che in Italia rappresenta un unicum, è quella di non richiedere solo la presenza di architetti, ingegneri ed esperti del settore, ma apre le porte a tutti gli appassionati e gli “innamorati” dell’ambiente: i corsi – che, come possibile leggere dal sito del bando (vedi www.scuoladellerinnovabili.it) si distinguono per la chiarezza delle lezioni e degli argomenti trattati, oltre che per la professionalità, la competenza e la disponibilità dei docenti – sono tesi alla conoscenza e all’indagine approfondita delle fonti rinnovabili, delle tecnologie esistenti e di quelle in divenire, le offerte, gli incentivi, i bonus, i target, i piani energetici, gli obiettivi nazionali ma anche europei. La solidità delle lezioni poggia anche sul fatto che non si tratta esclusivamente di un approccio teorico all’ambito ambientale, bensì vi coniuga seminari pratici, analisi dei progetti e visite guidate sul campo, presso aziende ed impianti rappresentativi. Insomma, la disciplina – seppur possa connotarsi per la specificità della terminologia e per la delicatezza della tematica, nel complesso panorama nazionale e mondiale – si presenta in Residenze Solari agevole e fruibile da tutti.

Le iscrizioni (25 posti complessivi) sono aperte fino al 15 settembre, per qualsiasi chiarimento il rimando è al sito sopra trascritto ed ai contatti in esso presenti.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *