Input your search keywords and press Enter.

La Fiera del Levante sposa il fotovoltaico

«Le fonti rinnovabili rappresentano uno degli strumenti più efficaci per costruire un mondo più vivibile, in cui il petrolio abbia un ruolo meno invasivo rispetto all’attuale. Solo così potremo realizzare una società migliore e parlare realmente di progresso». Esordisce così Cosimo Lacirignola, presidente della Fiera del Levante, nel presentare il nuovo contratto sottoscritto dall’Ente con l’Enipower per l’installazione di un impianto fotovoltaico da posizionare sulle coperture di alcuni padiglioni espositivi, per una potenza complessiva di 670 kWp. «Riteniamo che sia un metodo efficace – ha detto ancora il presidente Lacirignola – per assicurare il rispetto dell’ambiente e nel contempo contribuire al controllo delle emissioni inquinanti senza penalizzare la mission commerciale della Fiera».

<p>il presidente della Fiera del Levante Cosimo Lacirignola</p>

il presidente della Fiera del Levante Cosimo Lacirignola

Tra i padiglioni esistenti sono stati individuati quelli che possiedono i requisiti necessari a consentire un’efficace ed agevole installazione di impianti fotovoltaici: la tipologia del lastrico solare, l’orientamento, l’assenza di zone d’ombra. Sono stati così selezionati quattro padiglioni per un totale di circa 15mila mq di superficie totale, sui quali saranno realizzati gli impianti. Inoltre il nuovo padiglione modulare da 18mila metri quadri, che sarà inaugurato entro ottobre, sarà dotato di pannelli in grado di produrre da soli oltre un megawatt di energia.

L'ingresso monumentale della Fiera del Levante

L'ingresso monumentale della Fiera del Levante

L’impianto, la cui entrata in esercizio è prevista per il prossimo settembre, sarà in grado di produrre complessivamente circa un milione di kWh/anno (pari al consumo di 270 famiglie), che verranno immessi nella rete di distribuzione nazionale con un risparmio per l’ambiente di 532 tonnellate di CO2/anno. Per comprendere appieno i vantaggi in termini di risparmio economico e di salvaguardia dell’ambiente, basti pensare che per ogni kWh prodotto da un impianto a pannelli fotovoltaici viene risparmiata l’immissione in atmosfera di circa 540 grammi di anidride carbonica.

alcuni degli stand all'interno della Fiera del Levante

alcuni degli stand all'interno della Fiera del Levante

Per la realizzazione dell’impianto saranno utilizzati 3.050 moduli Enipower a marchio Eurosolare, prodotti nello stabilimento di Nettuno. Il costo complessivo è di circa 3.358mila euro. L’ente, in cambio della concessione degli spazi, riceverà dalla società milanese un canone d’affitto.
«Siamo lieti di aver concluso un importante accordo con Enipower – sottolinea il segretario generale dell’Ente barese, Riccardo Rolli – Oggi, infatti, il fotovoltaico costituisce una delle energie rinnovabili più diffuse, uno strumento imprescindibile per assicurare il controllo delle emissioni inquinanti, una forma di investimento redditizia. Grazie a questa partnership la nostra Fiera sarà ancora più ‘verde’ e a favore della sostenibilità ambientale».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *