Input your search keywords and press Enter.

La depurazione delle acque in Puglia

Goletta Verde, la nave-laboratorio di Legambiente, salperà oggi da Barletta per giungere nel porto di Bari.

Nel capoluogo BAT, Legambiente ha presentato un dossier sullo stato della depurazione delle acque in Puglia (consultalo on-line a questo link). Alla tavola rotonda, che si è tenuta ieri, lunedì 8 luglio, sono intervenuti: Mariantonietta Iannarelli, dirigente del servizio Tutela delle Acque della Regione Puglia; Vito Perrino, ARPA Puglia; Mauro Spagnoletta, responsabile settore depurazione AQP; Antonio Capacchione, presidente SIB Puglia; Stefano Ciafani, vice presidente nazionale Legambiente.

Dal dibattito sono emerse alcune criticità nel sistema di depurazione delle acque pugliesi. Il 23% dei cittadini (circa un milione di abitanti) scarica i reflui senza che questi fossero depurati; i 187 depuratori presenti sul territorio presentano problemi di funzionamento che rendono inefficace la depurazione.

In tutta la Regione, sono undici gli impianti da dismettere, poiché scaricano direttamente in falda i rifiuti liquidi; l’ARPA (agenzia regionale per l’ambiente) ha inoltre dichiarato la non conformità di altri 52 impianti. La situazione più critica è nella BAT, dove i depuratori delle città-capoluogo sono risultati non conformi; superamenti dei limiti riscontrati anche in uscita dai depuratori di Bari Ovest, Foggia e altri tra i più grandi. Infine, altri 10 impianti sono stati posti sotto sequestro.

Ad aggravare le problematiche tecniche, anche gli scarichi abusivi non controllati e gli altri illeciti legati all’inquinamento del mare.

Il risultato è un quadro preoccupante che impone una svolta da parte delle istituzioni preposte, per provare a vincere la sfida della depurazione in Puglia. A confermare la situazione emergenziale in cui versa la Puglia, lo scorso giugno la Camera ha approvato la proroga dell’emergenza ambientale legata alla depurazione fino a fine 2013.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *