Input your search keywords and press Enter.

La Corte di Strasburgo condanna l’assenza di termovalorizzatori

Quale sarà il futuro dei rifiuti? La domanda si fa insistente, visto che con una sentenza storica, seppur solo simbolica, la Corte dei Diritti dell’Uomo di Strasburgo ha riconosciuto che l’emergenza rifiuti in Campania, nei tre lustri che vanno dal 1994 al 2009, ha violato il diritto alla salvaguardia della vita privata e familiare dei 18 cittadini di Somma Vesuviana che avevano presentato il ricorso.

Tale decisione ha provocato il commento di Alfonso Fimiani, Presidente dei Circoli dell’Ambiente. «Il provvedimento, nonostante sia incompleto perché non prevede il risarcimento di un danno certamente rilevante, rappresenta una pietra miliare nella storia dell’ambientalismo italiano ed internazionale: è stata condannata l’assenza in Campania dei termovalorizzatori, ovvero di quegli impianti che sono necessari ad eliminare quel rifiuto indifferenziato che rappresenta una piaga per una Regione che ha sempre sciaguratamente ricusato le installazioni».

L’associazione, comunque, non si fermerà ed ha annunciato la presentazione al Ministero dell’Ambiente, alla Regione Campania, a tutte e cinque le Province ed ai Comuni il progetto “Il nostro rifiuto, la vostra risorsa”, che grande successo ha avuto nelle passate edizioni e che ha consentito agli enti coinvolti di ottenere importanti risultati ed ai cittadini di vedersi diminuire, grazie ai loro comportamenti virtuosi, la tassa sui rifiuti solidi urbani.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *