Input your search keywords and press Enter.

La biodiversità sui tralicci elettrici

Si chiudono anche per quest’anno con l’inanellamento dei piccoli di assiolo e di ghiandaia marina le attività di monitoraggio dei volatili promosse da Terna in collaborazione con l’associazione scientifica Ornis Italica. Infatti arriva al terzo anno consecutivo l’iniziativa che mira a studiare le abitudini delle coppie di specie protette – in particolare dell’assiolo, un piccolo rapace notturno, e di ghiandaie marine, una specie migratrice – presenti sui tralicci elettrici della società Terna, del gruppo Enel, nell’alto Lazio. Il progetto Nidi sui tralicci conta ad oggi più di 500 nidi artificiali collocati sui tralicci dell’alta tensione nelle regioni di Lazio, Toscana, Umbria ed Emilia Romagna e che contribuiscono alla conservazione di alcune specie di uccelli. Qui sono state poi installate telecamere nascoste per seguire on line sul sito www.birdcam.it e www.terna.it il periodo riproduttivo dei volatili e il loro comportamento.

Print Friendly, PDF & Email