Italia Paese di emigranti. Le migliori città al mondo dove vivere e lavorare

Stoccolma. La capitale della Svezia è molto focalizzata sulla sostenibilità e le tecnologie green ed è considerata una delle migliori città dove avviare una startup

Tra i motivi che spingono i giovani, in particolare, a lasciare l’Italia figurano il fatto che il Paese è considerato fermo, l’Italia è un Paese in cui non si prendono mai decisioni, dove le tasse troppe e troppo alte e la mancanza di lavoro a pari merito con la mancanza di meritocrazia. Secondo l’Istat l’Italia sta tornando una terra di emigranti. Il numero di emigrati italiani nel 2013, calcola l’Istituto nazionale di statistica, è pari a 82mila unità, il più alto degli ultimi dieci anni.

La percentuale di chi è disposto a lasciare l’Italia è più alta per gli under 35 anni maschi (57 per cento) rispetto alle giovani donne (45 per cento) e raggiunge il picco massimo del 59 per cento tra i 18-19 anni. La percentuale sale anche con il grado di istruzione e raggiunge il 55 per cento per i livelli alti. Le mete preferite dagli italiani sono Regno Unito, Germania, Svizzera e Francia. Ma ci sono indicatori che individuano quali sono le migliori destinazioni, non solo in Europa, che offrono le maggiori le opportunità di lavoro e le migliori aspettative di vita.

In base agli indicatori specificati di seguito, Pricewaterhouse Coopers, network globale e integrato che fornisce servizi professionali a imprese e istituzioni, ha stilato la classifica delle trenta città al mondo dove si vive meglio. In un modo o nell’altro sono trenta capitali – per il nostro Paese figura solo Milano, capitale italiana della moda e del business -, dove si progettano soluzioni che accompagnano i cittadini in tutte le attività quotidiane, nei rapporti con le istituzioni e con l’intero tessuto economico e sociale della città.

Tra gli indicatori stilati nel report Cities of Opportunity figurano la sostenibilità e l’ambiente; quindi apertura al mondo globale, costo della vita, demografia e vivibilità, facilità di fare business, influenza economica, sicurezza e sanità, innovazione e capitale umano, predisposizione alla tecnologia, trasporti e infrastrutture. Rilevatori che danno l’idea del percorso seguito dai centri per diventare smart city, un indirizzo da seguire che non può prescindere dall’immaginare un nuovo modello di comunità, nuovi progetti tecnologici, nuovi modelli di business, dall’analisi e dalla pianificazione degli impatti sociali, ambientali ed economici.

Le prime dieci città nella classifica di Pricewaterhouse Coopers sono le seguenti:

Londra
Prima per influenza economica, apertura al mondo globale e predisposizione alla tecnologia, Londra è oggi la capitale delle opportunità di lavoro, con un’economia che si focalizza soprattutto sulla finanza e sul business internazionale. Ottime opportunità e stipendi alti soprattutto per top manager, direttori marketing e vendite, medici e avvocati.

New York
La più grande città degli Stati Uniti è fra le prime tre per facilità di fare business e seconda più ambita da chi si vuole trasferire. New York primeggia nel settore finanziario e di Borsa, ma le opportunità risiedono anche in molti altri campi, soprattutto tecnologia, spettacolo, editoria e moda.

Singapore
Ai vertici del ranking per quanto riguarda trasporti e infrastrutture, vocazione globale e facilità di fare business, Singapore ha un’economia molto forte nei settori chimico, elettronico e dei servizi, ed è uno dei principali poli di gestione della ricchezza. I medici ricevono stipendi molto alti. La città-stato è considerata inoltre la più aperta, meno corrotta e più pro-business del mondo.

Toronto
La città canadese ha un ottimo posizionamento per quanto riguarda la qualità della vita, è fra le prime tre per sicurezza, sanità, infrastrutture e trasporti e quarta per facilità di fare business. I settori dove si concentrano le maggiori opportunità si concentrano nei settori della distribuzione, nell’industria e nella finanza, in particolare le banche.

San Francisco
Vi “risiedono” alcune delle maggiori aziende del mondo e non c’è pertanto da stupirsi che le opportunità abbondino. Informatici, matematici, manager, avvocati, medici e professionisti della salute hanno ottime opportunità di lavoro e di retribuzione.

Parigi
Primeggia per capitale intellettuale e innovazione, ed è ricca di musei, università prestigiose e grandi biblioteche per nutrire la mente e ampliare gli orizzonti. Soprattutto, Parigi è una delle città europee con il tasso di disoccupazione più basso. Le opportunità sono per i professionisti delle risorse umane, delle vendite e della finanza.

Stoccolma
È una delle città a maggior crescita in Europa, in pieno boom tecnologico con quasi 700 aziende dell’hi-tech che vi sono basate. Stoccolma è molto focalizzata sulla sostenibilità e le tecnologie green, ed è considerata una delle migliori città dove avviare una startup.

Hong Kong
La qualità della vita è elevata, tanto che Hong Kong può vantare una delle più lunghe aspettative di vita al mondo. La città è inoltre al primo posto per libertà economica e seconda per facilità di condurvi business.

Sydney
Ottima reputazione in ambito equilibrio fra vita e lavoro, bellezza paesaggistica e per gli abitanti amichevoli e aperti. Sydney è il centro della vita culturale, finanziaria e produttiva australiana, e riserva un ampio ventaglio di opportunità lavorative in tutti i settori.

Chicago
La terza città degli Stati Uniti è valutata positivamente per il (relativamente) basso costo della vita e (relativamente) alta qualità della stessa. È fra le prime 10 per facilità di fare business e vi hanno sede almeno 30 fra le Fortune 500, le 500 maggiori aziende del mondo. Opportunità e alti stipendi per avvocati, manager, informatici, matematici, architetti e ingegneri.

Articoli correlati