Input your search keywords and press Enter.

“INVFactor anche tu genio!”, giovani inventori a confronto

Riflettori accesi sugli inventori under 20 lo scorso 24 settembre al Planetario di Roma,durante la Notte europea dei ricercatori la manifestazione organizzata dal Cnr per avvicinare i giovani al mondo della ricerca scientifica. I fortunati sono gli autori di tre invenzioni premiate nel concorso INVFactor anche tu genio! e hannoavuto il piacere di presentare pubblicamente le loro creazioni: un veicolo alimentato a energia solare e idrogeno, un supporto ortopedico e delle scarpe a recupero energetico.

logo CNR

Ma cosa è INVFactor? E’ un concorso organizzato dall’Istituto di Ricerche sulla Popolazione e le Politiche Sociali del CNR, in collaborazione con il Ministro della Gioventù, la rappresentanza in Italia della Commissione europea e con l’adesione del Presidente della Repubblica italiana; l’obiettivo sta nello stimolare la creatività dei giovani e favorire il loro avvicinamento al mondo della ricerca. E già il nome è intrigante: INV-Factor infatti nasce sull’onda della famoso programma televisivo molto seguito dai giovani.

La competizione, lanciata lo scorso marzo dal Consiglio Nazionale delle Ricerche è stata accolta con grande entusiasmo da ragazzi e docenti, tutti coinvolti in un rapporto “creativo” col mondo della scienza e si è conclusa il 7 settembre a Roma.. L’iniziativa ha colto nel segno perché si inserisce nel cosiddetto “triangolo della conoscenza” che lega in maniera forte i tre elementi cardine del progresso: istruzione, ricerca e innovazione.

Per iscriversi alla gara i ragazzi, con l’aiuto dei docenti, si sono prima collegati al sito web e descritto la tipologia dell’invenzione da presentare e produrre, quindi hanno presentato un filmato di pochi minuti e una scheda più dettagliata per illustrare le tecnologie realizzate. Quest’anno INVFactor ha visto la partecipazione di 38 invenzioni provenienti da tutta Italia, frutto dell’ingegno creativo di giovani di età compresa tra i 15 e i 19 anni. Tra queste, nove proposte sono le finaliste selezionate da un team di ricercatori e rappresentanti delle istituzioni.  Al primo posto si è classificato Fuel Buster, il prototipo di veicolo ibrido alimentato tramite un pannello fotovoltaico e una cella a combustibile idrogeno, realizzato dagli allievi dell’Istituto professionale statale per l’industria e l’artigianato “A. Ferrari” di Maranello;  al secondo posto si è piazzato Softline, un supporto ortopedico per i disabili realizzato dall’Istituto tecnico industriale “G. Galilei” di Bolzano;  sull’ultimo gradino del podio si è piazzata la bicicletta solare SYV dell’Istituto tecnico industriale statale G. Riva’ di Saronno. Infine, il premio “Creatività femminile” è andato alle scarpe a recupero energetico del Liceo scientifico ‘C. Salutati’ di Montecatini Terme.

"Fuel buster", un veicolo alimentato a energia solare e idrogeno, è l'invenzione vincitrice di INVfactor

l'ITE "Costa" di Lecce è stato premiato per "Student Kard System"

Fra i finalisti onore a due scuole pugliesi con due invenzioni: il Student Kard System dell’ITE Costa di Lecce, una carta di fidelizzazione e sconti gestita on line attraverso Facebook e un Leggìo hi-tech del Liceo Scientifico De Giorgi sempre di Lecce, un’interfaccia attivata da pedali che permette di trasformare un personal computer in un leggìo hi-tech di spartiti in formato pdf.

Spiega Rossella Palomba dell’Irpps del Cnr, coordinatrice dell’iniziativa, «I progetti pervenuti denotano una spiccata sensibilità, in particolare verso le tematiche dell’ambiente, della mobilità e del sociale. Tra i più interessanti, alcuni prototipi di veicoli a basso impatto energetico e tecnologie di supporto ai disabili». Lusinghiero anche il commento di Lucio Battistotti, Direttore della Rappresentanza in Italia della Commissione europea: «Giovani e innovazione sono simboli entrambi di una proiezione verso il futuro e del costante desiderio di migliorare la nostra vita. Non a caso, questo binomio è alla base della nuova strategia di sviluppo economico Europa 2020, presentata dalla Commissione quest’anno, che punta proprio sui giovani per promuovere un’economia più sostenibile, competitiva, qualificata e inclusiva».

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *