Input your search keywords and press Enter.

Insetticida naturale: nasce in Università, ora cerca chi lo produca

Il rivoluzionario insetticida naturale messo a punto dallo spin-off dell’Università di Camerino cerca soci finanziatori col crowfunding

Un insetticida naturale che ha tutte le caratteristiche per essere definito davvero “sostenibile” cerca casa. È infatti partita sulla piattaforma sviluppata da Next Equity Crowdfunding Marche  la campagna di raccolta capitali per Biovecblok, spin-off dell’Università di Camerino che ha inventato questo presidio indispensabile per la nostra salute e che ora punta dritto al mercato. Una ricerca che mette in luce le energie in campo in un territorio che non si ferma di fronte alle difficoltà del terremoto ma anzi rilancia, sostenendo i suoi migliori talenti, investendo sulla ricerca di base per trasformarla in ricerca applicata e in sviluppo.

Insetticida naturale, quali i vantaggi?

Lo strumento per far crescere questo progetto è anch’esso ad alto tasso di innovazione: Next Equity Crowdfunding Marche è la società di Civitanova che dopo aver lanciato con successo Synbiotec, altra realtà nata in seno ad Unicam, ha selezionato per la nuova campagna Biovecblok, che ha già ricevuto riconoscimenti internazionali e l’attenzione di multinazionali – ma che ora ha bisogno di soci finanziatori per crescere.

insetticida naturale team di ricerca

Il team Biovecblok che ha messo a punto la ricerca sull’insetticida naturale

Il team di Biovecblok ha fornito i dettagli di questa tecnologia. Con oltre 10 anni di esperienza nel settore, i ricercatori hanno sviluppato dei composti naturali in grado di combattere con altissima efficacia insetti, come le zanzare, responsabili della trasmissione di malattie soprattutto nei paesi in via di sviluppo. Si tratta di prodotti non tossici per l’uomo e per l’ambiente che potranno aiutare governi, comunità e singoli cittadini di tutto il mondo a proteggere la salute delle persone e ad assicurare una migliore qualità della vita attraverso processi sostenibili, ad impatto ambientale zero ed economicamente vantaggiosi.

LEGGI ANCHE: Salute delle acque: sostituire le microplastiche con soluzioni naturali

Zanzare sempre più killer

Le malattie trasmesse da zanzare provocano ogni anno almeno un milione di morti nel mondo, affliggendo in particolar modo le popolazioni dei paesi in via di sviluppo. Per questo motivo tali insetti sono considerati i killer più pericolosi del pianeta. Il mercato mondiale associato al controllo delle zanzare vettrici è stimato ad oltre 35 miliardi di dollari. Oggi i principali strumenti di controllo utilizzati, gli insetticidi, oltre a risultare tossici per l’uomo, stanno diventando inefficaci a causa dell’insorgere di resistenze nell’insetto; da qui la forte esigenza di strumenti di controllo innovativi.

Equity Crowdfunding per l’ insetticida naturale

L’obiettivo di Biovecblok è la titolarità di brevetti che verranno concessi in licenza ad aziende di settore per la produzione industriale. I brevetti sono in fase di approvazione negli Usa; l’idea è di estenderli a Cina, Brasile, India e paesi dell’Africa Sub-Sahariana, puntando poi ad una protezione globale. Inoltre, è già in fase di allestimento a Muccia (in provincia di Macerata) un centro di ricerca unico nel suo genere, dove verrà ricreato l’ambiente naturale degli insetti per le attività di studio e sperimentazione.

Lo strumento prescelto per finnziare il progetto è quello dell’equity Crowdfunding. E’ una nuova forma di raccolta di capitali attraverso portali on line, autorizzati dalla Consob, che consente agli investitori di finanziare un progetto imprenditoriale di una start up innovativa o di una piccola/media impresa innovativa diventandone soci a tutti gli effetti. Questo strumento è stato introdotto in Italia nel 2012 grazie ad una normativa specifica e organica che pone il nostro Paese all’avanguardia in Europa.

La campagna avviata da Nextequity  punta a raccogliere un massimo di 1 milione e 100mila euro (con equity distribuita pari al 25% e un investimento minimo di 2000 euro) e sarà attiva fino al 4 ottobre 2018. Ulteriori dettagli sono disponibili sul portale di Next Equity Crowdfunding Marche.

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *