Inquinamento zero: missione possibile con One Heart

Inquinamento zero nel 2050: un traguardo che si deve e si può raggiungere. Dall’Australia un modello climatico che ambisce a risolvere la crisi climatica

La comunità scientifica avverte: nel 2050 si manifesteranno le inesorabili conseguenze del cambiamento climatico. Il surriscaldamento globale comporterà l’intensificarsi di eventi atmosferici estremi: siccità e piogge intense provocheranno erosione dei suoli e inaridimento dei terreni.

L’obiettivo inquinamento zero nel 2050 è “tecnicamente fattibile”. L’attore Leonardo Di Caprio è tra le prime star di Hollywood che ha intrapreso la “rivoluzione verde”. L’attore di “Titanic” ha anche finanziato gli studi del modello climatico One Heart (Photo by Chris Pizzello/Invision/ANSA/AP)

Il cambiamento climatico potrebbe innescare importanti crisi sociali, prima fra tutte la migrazione climatica. Secondo la Banca mondiale sulle migrazioni climatiche, 143 milioni di persone lasceranno le terre natie, proprio a causa della fragilità dei suoli, della poca fertilità dei terreni, dello scarso accesso all’acqua potabile.  L’Harvard School of Public Health ha ipotizzato anche problemi connessi alla malnutrizione. Le piante stanno perdendo concentrazioni di ferro, zinco e proteine. Questi elementi, affermano gli studiosi, sono indispensabili per lo sviluppo fisico e l’efficienza del sistema immunitario.

Limitare il surriscaldamento globale a +1.5° C, affermano gli scienziati, è un obiettivo che salvaguarderà l’ecosistema e la giustizia sociale. Entro il 2050 le azioni umane devono essere a impatto climatico zero: le emissioni di Co2 devono essere interamente assorbite dall’ecosistema.

Inquinamento zero nel 2050: il modello One Heart

L’obiettivo inquinamento zero può diventare realtà? La risposta è ed è contenuta nel modello climatico One Heart. Lo studio è stato elaborato da diciassette scienziati delle università di Sydney e Melbourne, con il supporto del German Aerospace Center.

Il modello One Heart vuole preservare l’ambiente e il clima, assicurando lo sviluppo dei sistemi economici. I ricercatori hanno analizzato il fabbisogno energetico mondiale, individuando le soluzioni che attenuano o neutralizzano le emissioni inquinanti.

LEGGI ANCHE: Buone pratiche contro il clima che cambia

Entro il 2050, One Heart prevede un rinnovamento radicale delle fonti energetiche. Gli accumulatori di energia eolica e fotovoltaica rimpiazzeranno petrolio, gas e carbone. I trasporti saranno completamente elettrificati; i lavoratori delle vecchie industrie saranno reimpiegati in settori della green economy. Per mitigare i cambiamenti del suolo, One Heart propone azioni di conservazione e ripristino del verde, oltre all’adozione di tecniche agricole meno invasive.

One Heart: inquinamento zero è “tecnicamente fattibile”

Il piano climatico One Heart rende l’obiettivo inquinamento zero tecnicamente fattibile. Tuttavia, la società non ha ancora accettato la necessità di intraprendere una coraggiosa rivoluzione verde.

Un primo incoraggiamento arriva dal mondo dello spettacolo. Attraverso la sua fondazione benefica, l’attore Leonardo Di Caprio ha finanziato la ricerca One Heart. La star di Titanic ha anche praticato alcune indicazioni del piano One Heart: vive in un palazzo eco-sostenibile, ha acquistato un’isola per proteggerla dalla deforestazione, è stato tra i primi divi di Hollywood a guidare macchine ibride.

L’Unione europea sta approntando strategie energetiche e climatiche, per raggiungere l’obiettivo inquinamento zero nel 2050. La lotta al cambiamento climatico, affermano i tecnici Ue, avrà anche interessanti risvolti economici e sanitari. Il passaggio all’energia verde ridurrà le importazioni di combustibili fossili. La riduzione dell’inquinamento, inoltre porterà risparmi nella spesa sanitaria pubblica; le morti provocate da polveri sottili caleranno del 40%. Secondo la Commissione europea, la rivoluzione verde porterà anche a un risparmio economico di oltre 3mila miliardi di euro.

LEGGI ANCHE: L’azione per il clima dell’Unione europea

Articoli correlati