Input your search keywords and press Enter.

Inquinamento: l’Osm fa bilancio

Triste primato per la città iraniana di Ahwaz. Secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (Oms) è lei il posto più inquinato del mondo. Finiscono nella lista nera dell’Oms anche altre città del mondo arabo, assieme ad alcuni stati africani e asiatici: tra questi Mongolia, Pakistan, Botswana e Senegal. La classifica è stata stilata monitorando la qualità dell’aria di circa 1100 città sparse in 91 paesi, tenute sotto controllo dal 2003 al 2009. Le misurazioni hanno interessato il cosiddetto particolato, ovvero l’insieme delle particelle solide e liquide disperse nell’atmosfera con diametro inferiore ai 10 micrometri (PM10) e ai 2,5 micrometri (PM2,5). E proprio ad Ahwaz è stata registrata una densità media di PM10 pari a 372 microgrammi per metro cubo all’anno, di gran lunga oltre il limite di 20 microgrammi per metro cubo. Guardando all’Italia è Torino a guadagnarsi la maglia nera (47 microgrammi per metro cubo all’anno). Molto inquinate anche Milano e Napoli (44 microgrammi per metro cubo all’anno). Tra le cause principali del problema inquinamento, secondo l’Oms, sono da annoverare l’industrializzazione sfrenata e l’uso quasi esclusivo di combustibili fossili sia nei trasporti che nella produzione di elettricità.

Print Friendly, PDF & Email