Input your search keywords and press Enter.

Inquinamento atmosferico e impatto economico degli effetti sanitari

Il 23 e 24 luglio si tiene a Taranto il workshop nazionale “Valutazione economica degli effetti sanitari dell’inquinamento atmosferico: la metodologia dell’EEA”, organizzato da ARPA Puglia, con il patrocinio dell’Università di Bari, del Sistema Nazionale per la Protezione dell’Ambiente, di AssoArpa e dell’AReS. I lavori hanno luogo a Taranto, presso l’ex Convento di San Francesco (sede della II Facoltà di Giurisprudenza) dal 23 al 24 luglio 2012, con inizio alle ore 9.00. È disponibile il programma completo dell’evento.

Si tratta di un convegno di tipo interdisciplinare a contenuto eminentemente tecnico-scientifico; le relazioni ripercorreranno i passaggi dell’approccio stepwise proposto dalla European Environment Agency nel Report tecnico Revealing the costs of air pollution from industrial facilities in Europe, che ha suscitato attenzione non solo nella comunità scientifica.

Nel 2011 l’EEA, grazie all’esperienza dei progetti Clean Air For Europe (CAFE) ed ExternE, ha sperimentato l’approccio stepwise, basato sui seguenti passaggi: emissioni  dispersione (modellistica)  esposizione (della popolazione a rischio)  impatto (in termini di decessi, ricoveri, rischi ecologici, danno ai raccolti)  danno economico (equivalente monetario di ciascun impatto). In questo modo gli effetti sanitari dell’inquinamento atmosferico sono valutati secondo le ricadute negative sul mercato. Il vantaggio è quello di misurarne i danni, sanitari e non solo, con un confronto tra gli impatti determinati dai diversi insediamenti industriali, a partire dalle emissioni in atmosfera. Il convegno sarà utile anche per proporre un “position paper” del sistema agenziale rispetto alla metodologia proposta e ai possibili ambiti di utilizzazione.

(fonte ARPA Puglia)

Print Friendly, PDF & Email

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *