Input your search keywords and press Enter.

Incendio all’oasi Le Cesine

Un nuovo incendio minaccia l’oasi WWF Le Cesine, dopo l’ultimo – di origine dolosa – avvenuto solo qualche settimana fa e che ha portato alla perdita di mezzo ettaro dell’area protetta. A bruciare è ora una zona di canneto e bassa macchia mediterranea che sorge lungo la litoranea tra San Cataldo e Torre Specchia, nel Salento. L’incendio sta assumendo vaste proporzioni anche a causa del forte vento di libeccio, che alimenta le fiamme. Sul posto sono al lavoro squadre dei vigili del fuoco, uomini della Protezione civile e volontari della riserva naturale. Da Lamezia Terme sono partiti due Canadair già in azione: tuttavia le operazioni sono rese difficili proprio dalle forti raffiche di vento. Intanto un altro incendio è scoppiato nella zona di Torre Chianca, più a nord, complicando l’intervento dei vigili del fuoco divisi tra i due fronti. L’allarme è stato lanciato grazie all’intervento di alcuni bagnanti che hanno avvistato le fiamme.

Print Friendly, PDF & Email