Input your search keywords and press Enter.

In Cina i cocomeri fanno Boom!

L’Italia non importa cocomeri o meloni dalla Cina: dunque nessun pericolo per i consumatori italiani. A darne conferma è la Coldiretti che interviene a rassicurare la popolazione dopo la notizia di alcuni cocomeri letteralmente scoppiati in Cina a causa di un uso eccessivo di prodotti chimici. «Se in questo caso si può parlare di scampato pericolo per l’Italia, in realtà il problema del cattivo uso dei prodotti chimici negli alimenti è – sottolinea la Coldiretti – particolarmente importante nel gigante asiatico dove solo recentemente è stato scoperto lo scandalo del cocomero addizionato con la melamina». Con la rapida crescita la Cina nel 2010 ha conquistato anche il primato nel numero di notifiche per prodotti alimentari irregolari perché contaminati dalla presenza di micotossine, additivi e coloranti al di fuori dalle norme di legge, da parte dell’Unione Europea: infatti il 13% delle irregolarità segnalate per gli alimenti riguardava la Cina. «Per l’Italia i rischi riguardano soprattutto le importazioni di concentrato di pomodoro che nel 2010 sono aumentate del 40% ed hanno superato in totale i 115 milioni di chili – dichiara sempre Coldiretti -. Ma dal gigante asiatico sono arrivati anche 96,1 milioni di chili di ortaggi e legumi (+10%), 12,8 milioni di chili di frutta (+58%) e 4,5 milioni di chili di aglio (+50%)».

Print Friendly, PDF & Email